/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | sabato 30 dicembre 2017, 19:56

Ripartito il secondo lotto di lavori della piscina di Cuneo, il sindaco Borgna: “Finalmente a maggio avremo l’impianto completo così come lo abbiamo ideato e progettato”

Il cantiere è ripartito dopo uno stop di due anni. La Cs Costruzioni di Asti è subentratata alla fallita Barberis spa. La nuova azienda con sede ad Asti ha già seguito la realizzazione di via Roma e delle Aule della Musica a Cuneo, ma anche lo stadio Filadelfia a Torino, la piscina di Montà, lo stadio Moccagatta di Alessandria e Palazzo Alfieri ad Asti

Ripartito il secondo lotto di lavori della piscina di Cuneo, il sindaco Borgna: “Finalmente a maggio avremo l’impianto completo così come lo abbiamo ideato e progettato”

Dopo uno stop di due anni, è ripartito il cantiere della piscina a Cuneo.

Venerdì 22 dicembre è stato firmato l’atto notarile con cui la Cs Costruzioni di Asti è subentrata alla fallita Barberis spa. Sabato 23 dicembre i nuovi operai hanno preso possesso dei cantieri per portare finalmente a compimento il secondo lotto dei lavori allo stadio del nuoto di Cuneo.

La spesa ammonta a 1,5milioni di euro e la consegna dell'opera è prevista a maggio 2018.

Lo conferma soddisfatto il sindaco Federico Borgna: “Sono ripartiti i lavori per finire il cantiere della nuova piscina. Il fallimento dell’azienda Barberis è stato un brutto incidente di percorso che adesso è risolto. L’azienda che si occuperà dei lavori ha già seguito la realizzazione di via Roma e delle Aule della Musica e lo ha fatto bene, quindi tutto ci fa pensare che la vicenda, pur con qualche mese di rallentamento, si chiuderà nel migliore dei modi a maggio. E finalmente a maggio avremo l’impianto completo così come lo abbiamo ideato e progettato”.

Il secondo lotto di lavori prevede la realizzazione di una vasca ludico ricreativa, di un’area per bambini, di una palestra e di un’area relax. Il tutto andrà a completare un'offerta che al momento prevede una vasca coperta da 50 metri (inaugurata a settembre 2015) e le due vasche esterne aperte solo nei mesi estivi.

“C'è soddisfazione per l'operato del curatore fallimentare e del giudice – commenta l'assessore Mauro Mantelli -. Grazie al subentro della Cs Costruzioni non perderemo il finanziamento e vedremo finalmente l'impianto finito”.

La Cs Costruzioni di Asti ha acquistato un ramo dell'azienda Barberis spa, attraverso procedura di evidenza pubblica. Sono stati gli unici a formulare un'offerta. Trascorsi i 30 giorni di evidenza pubblica si sono quindi aggiudicati il ramo d'azienda con attrezzature e quote societarie di Granda Gesport, subentrando così nella costruzione del secondo lotto della piscina di Cuneo.

“È un risultato molto positivo che la cosa si sia finalmente conclusa – conclude Gianluca Albonico, amministratore delegato CSR Roero -. È stato davvero difficile uscirne a livello burocratico. La ditta subentrata è seria e ha già realizzato, oltre alle opere a Cuneo, anche lo stadio Filadelfia a Torino, la piscina di Montà, lo stadio Moccagatta di Alessandria e Palazzo Alfieri ad Asti”.

L'area in cui stanno attualmente lavorando gli operai è quella dove sorgevano le due vecchie piscine coperte, la vasca da 25 metri e quella dei tuffi.



cristina mazzariello

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore