/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Frazione Diano Serreta, a soli 3,5 km dalle spiagge in splendida posizione con vista mare, vendesi casa...

Terranova bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili due maschi solo amanti razza. Nati 16...

Da ristrutturare, su due piani con cantina interrata, portico annesso e garage esterno a parte, con terreno annesso di...

Affittasi trilocale 4/6 posti letto in Residence Blue Marine. Uso degli impianti sportivi piscina tennis bocce palestra...

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | mercoledì 03 gennaio 2018, 15:32

Troppo vento a Limone Piemonte, chiusi gli impianti a poche ore dall'apertura: nessun rimborso previsto

Le forte correnti iniziate intorno alle ore 9,30 hanno portato alla scelta di chiudere poco dopo gli impianti di risalita

Foto di repertorio

A causa del forte vento sono stati chiusi nella giornata di oggi, mercoledì 3 gennaio, gli impianti di risalita della Riserva Bianca di Limone Piemonte.

Questa mattina il comprensorio di punta della Valle Vermenagna ha aperto, ma le forte correnti iniziate intorno alle ore 9,30 hanno portato alla scelta di chiudere poco dopo gli impianti come annunciato attraverso un post su facebook della Riserva Bianca.

Per chi avesse comprato il ticket giornaliero non è previsto il rimborso come si legge nel regolamento di biglietteria del comprensorio: "I biglietti acquistati non sono rimborsabili, nemmeno parzialmente, né sostituibili per alcun motivo, neppure per impossibilità di utilizzo da parte dell’acquirente; la validità e la durata del biglietto non possono essere variati dopo l’acquisto. Nessun rimborso né sostituzione è dovuta, nello specifico neppure a causa di eventi imprevisti ed in alcun modo dipendenti dalla volontà dell’utilizzatore (tra i quali a titolo esemplificativo, rientrano l’eccessiva ventosità, la sopravvenuta mancanza di neve o l’improvvisa insorgenza di
un imprevedibile problema tecnico, qualsiasi tipo di fenomeno che possa
compromettere o interdire il funzionamento degli impianti di risalita, la repentina e non preannunciata sospensione dell’erogazione dell’energia elettrica), oppure se per manifestazioni o allenamenti agonistici, si determini il fermo parziale degli impianti o la chiusura di qualche pista."

 

d.c.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore