/ Politica

Politica | 08 gennaio 2018, 11:08

Centrodestra: intesa a quattro, anche se la Lega mette alcuni paletti

Era stato ventilato un veto del Carroccio nei confronti di Enrico Costa, ma dopo il vertice di ieri ad Arcore le agenzie di stampa hanno rilanciato solo i nomi di Flavio Tosi (ex Lega) e Enrico Zanetti (Scelta Civica)

Nella foto esponenti del quarto polo di centrodestra al convegno di Costa a Vicoforte del 14 ottobre 2017

Nella foto esponenti del quarto polo di centrodestra al convegno di Costa a Vicoforte del 14 ottobre 2017

Al termine del vertice tenutosi ieri (domenica) a Villa San Martino ad Arcore tra Silvio Berlusconi, Matteo Salvini e Giorgia Meloni è stato dato il via libera alla cosiddetta “quarta gamba” del centrodestra, escludendo però dalle candidature quei nomi che non sono condivisi dai leader dei tre principali partiti.

Il “veto”, secondo quanto riferiscono varie agenzie di stampa, riguarderebbe figure come l'ex sindaco leghista di Verona Flavio Tosi, oggi in dissenso con il leader Matteo Salvini, e l'ex viceministro montiano di Scelta Civica Enrico Zanetti.

Nei giorni scorsi alcuni organi di stampa avevano riferito di un veto nei confronti dell’ ex ministro agli Affari Regionali Enrico Costa da parte della Lega, ma il nome del parlamentare cuneese non è stato rilanciato dalle agenzie dopo il summit di ieri ad Arcore, probabile segno del fatto che lo stesso Silvio Berlusconi si sia personalmente fatto garante per Costa.

Resta invece incerto il destino del deputato uscente albese Mariano Rabino, presidente di Scelta Civica e braccio destro di Zanetti. Possibilità invece di una ricandidatura (almeno sul piano teorico e ammesso e non concesso che l’interessato sia disponibile) dell’ex manager sanitario Giovanni Monchiero, anch’egli eletto cinque anni fa a Montecitorio nelle fila di Mario Monti.

Dopo l’implosione di Scelta Civica Monchiero ha aderito a “Energie per l’Italia”, il cui leader, Stefano Parisi, ha annunciato la presentazione di una propria lista in tutte le regioni italiane.

Voci, tuttavia, dicono che sia ancora in corso una trattativa per valutare la collocazione di Parisi e dei suoi nel contesto del “quarto polo”.

Domani (martedì) Berlusconi, Salvini, Meloni e Fitto torneranno ad incontrarsi per definire programma e collegi.

La ripartizione dovrebbe essere a grandi linee questa: 40% Forza Italia, 40% Lega, 20% Fratelli d’Italia. Va da sé che il 40% della Lega sarà in larga parte concentrato nelle regioni del Nord, anche se con la cancellazione della parola “Nord” dal simbolo, Salvini ambisce ad una presenza diffusa capillarmente sul territorio nazionale. Resta da capire in quale percentuale i tre maggiori azionisti, Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia, rinunceranno ad una loro quota per far spazio alla “quarta gamba”.

Salvini continua a sostenere che quest’incombenza debba restare in capo esclusivamente a Forza Italia. Tra le prime indicazioni programmatiche del centrodestra, la revisione del sistema pensionistico con la cancellazione della legge Fornero...

Oltre a questo, si è parlato di “meno tasse, meno burocrazia, meno vincoli dall'Europa, maggiori aiuti a chi ha bisogno, più sicurezza, riforma della giustizia e giusto processo, realizzazione della flat tax, difesa delle aziende italiane e del made in Italy”. Il centrodestra pensa anche ad un “imponente piano di sostegno alla natalità e ad un più serrato controllo dell'immigrazione”.

Forza Italia, Lega, Fratelli d'Italia e quarto Polo hanno ragionato anche sulle elezioni regionali che interesseranno Lombardia e Lazio in un probabile election day il 4 marzo. Nel corso del 2018 saranno complessivamente sette le regioni che andranno alle urne; oltre alle due già citate anche Friuli Venezia Giulia, Molise, Trentino, Valle d’Aosta e Basilicata.

La coalizione di centrodestra ha confermato che si presenterà con candidati comuni e condivisi. Per quanto riguarda la Lombardia, dopo l’annuncio del ritiro del presidente uscente Roberto Maroni, si valuterà nella giornata di oggi (lunedì) l’indicazione del suo successore. 

Giampaolo Testa

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium