/ Scuole e corsi

Scuole e corsi | 08 gennaio 2018, 10:07

Scuola: anche dalla Granda a Torino in difesa del diploma Magistrale

Oggi, 8 gennaio, la giornata di sciopero generale indetto dalle associazioni degli insegnanti diplomati per protestare contro la decisione del Consiglio di Stato

Scuola: anche dalla Granda a Torino in difesa del diploma Magistrale

Stamattina alle 9, davanti alla sede dell’Ufficio scolastico regionale di corso Vittorio Emanuele erano in 300. Ma in poco meno di due ore il numero è cresciuto (grazie anche agli arrivi da fuori città, per esempio dalle province di Asti e di Cuneo) e adesso gli insegnanti in corteo per le vie del centro sono circa un migliaio, scortati dalle forze dell’ordine che insieme ai vigili urbani monitorano la situazione. La manifestazione, a cui hanno aderito Cub, Cobas, Saese e Anief, parallela allo sciopero generale in corso a Roma, e’ l’occasione per ribadire il dissenso contro la sentenza del Consiglio di Stato che ha dichiaro illegittimo l’inserimento delle Gae (Graduatorie ad esaurimento) e il passaggio in ruolo di circa 50mila maestre che hanno conseguito il diploma magistrale prima del 2001/2002.

Per le maestre cio' significa esclusione dalla graduatoria ad esaurimento, niente passaggio in ruolo e precariato a vita.

"Serve l'intervento del Miur e una soluzione politica al problema - dice il referente torinese dell'Anief Marco Giordano - . Lo Stato ha abilitato i diplomati magistrali fino al 2002 manli ha sempre tenuti fuori dalle graduatorie ad esaurimento."

Rispetto ai due precedenti sit-in, sono numersose le forze dell'ordine impiegate, con due camionette della polizia e una dei carabinieri che presidiano l'area. I manifestanti hanno occupato il controviale di corso Vittorio, con il traffico deviato sulla carreggiata centrale.

Marco Panzarella

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium