/ Politica

Politica | 14 gennaio 2018, 13:32

Giovanni Monchiero ritenta la corsa al Parlamento con Stefano Parisi e Vittorio Sgarbi

L’ex direttore delle Molinette e dell’Asl Cn2 Alba-Bra, eletto nel 2013 alla Camera con Scelta Civica, ha abbracciato la causa di “Energie per l’Italia”. Saltato l’accordo con “Noi con l’Italia”

Giovanni Monchiero

Giovanni Monchiero

Giovanni Monchiero, ex direttore dell’ospedale Molinette di Torino ed ex direttore generale dell’Asl Cn2 Alba-Bra, deputato uscente eletto nel 2013 in Scelta Civica, con ogni probabilità ritenterà la corsa, ma questa volta a fianco di Stefano Parisi e Vittorio Sgarbi.

Nel fine settimana è infatti tramontata la possibilità che “Energie per l’Italia”, il movimento fondato da Parisi, trovi posto nel “quarto polo” di centrodestra di “Noi con l’Italia”. Mancano ormai pochi giorni ai termini per il deposito dei contrassegni delle liste (tra il 19 e 21 gennaio) e urge quindi definire le alleanze e, subito dopo, le candidature.

E’ del fine settimana la notizia che “Rinascimento”, il movimento che fa capo al vulcanico Vittorio Sgarbi, dopo aver stretto un accordo con i "Moderati in Rivoluzione" di Giampiero Samorì, abbia maturato un'intesa anche con "Energie per l'Italia", che lo scorso luglio aveva cooptato al suo interno i "Civici e innovatori", ovvero il gruppo parlamentare centrista composto alla Camera da ben 13 deputati indipendenti, cui aveva aderito Monchiero dopo la disintegrazione del gruppo montiano.La presenza dei "Civici e innovatori") esonera “Rinascimento” e “Energie per l’Italia” dalla raccolta delle firme.

L'intesa – recita un comunicato - , oltre alla presentazione di liste e candidati in tutta Italia, introduce delle novità per le elezioni regionali: Vittorio Sgarbi farà un passo indietro rispetto all'ipotesi di alcuni giorni fa di una sua candidatura alla presidenza della Regione Lombardia. Nel Lazio, invece, ci sarà il convinto sostegno al sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi. E' uno schieramento - spiega Sgarbi - che già in partenza i sondaggi danno al 2,6%. Risulteremo certamente decisivi."

Commenta dal canto suo Stefano Parisi: “Conosciamo tutti Vittorio Sgarbi e la sua esuberanza. Butta spesso il cuore oltre l'ostacolo. Ha trasformato la lunga e cordiale chiacchierata telefonica in un'intesa. Energie per l'Italia sarà certamente presente sulla scheda elettorale sia alle elezioni politiche nazionali, che alle elezioni regionali in Lombardia dove sostiene convintamente il candidato del centrodestra, Attilio Fontana e lavora perchè il centrodestra conservi il governo della Regione.

GpT

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium