/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

(IM) vicinissimo piazza del mercato ampio monolocale mq 35 luminoso con parete mobile per separare zona cucina/notte,...

Marca Orsi 1.22 ottime condizioni telefonare ore pasti

DELTA Gold diesel anno 09/2011 km 87.000 colore blu con cambio automatico 6 marce e con possibilità di usare il cambio...

Nel comprensorio sciistico della Riserva Bianca, a due passi dalla Costa Azzurra, di 100 metri quadrati,...

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | sabato 20 gennaio 2018, 17:15

A Boves la 3^ edizione del premio "Franco Giustolisi", Pietro Grasso: "Il suo esempio ci ricorda di perseguire la verità"

Maurizio Paoletti: "In una terra come la nostra, bagnata dal sangue di tanti italiani, la costruzione della pace è nel DNA"

L'arrivo di Pietro Grasso

Si è tenuta oggi (sabato 20 gennaio) a Boves, presso il salone dell'Atlante dei Suoni, la consegna del 3° premio giornalistico di Inchiesta Giustizia e Verità "Franco Giustolisi" - sezione Ragazzi. Al centro della cerimonia i ragazzi delle classi 1° e 3° media, che hanno riflettuto sul tema dell'immigrazione.

Presenti alla cerimonia anche il Presidente del Senato Pietro Grasso, il nipote di Giustolisi Francesco Fortuna, Ferruccio De Bortoli e diverse personalità politiche della provincia Granda.

A prendere la parola per primo il sindaco Maurizio Paoletti: "Ringrazio il presidente e alle autorità presenti, così come i ragazzi che hanno partecipato. L'ultima visita bovesana di una carica così importante nel 2003, è quindi importante che lei sia qui, nella terra bagnata dal sangue, dei nostri nonni e padri ma di tanti altri italiani, che hanno lottato e sono morti per la pace. E Boves è fatta di persone che la pace ce l'hanno nel DNA."

"Franco Giustolisi ci insegna che fare il giornalista è un  lavoro duro, se fatto bene - ha sottolineato in chiusura di intervento Paoletti - . Speriamo qualche ragazzo rimanga toccato da questa testimonianza."

"Sono felice di essere qui, accolto con l'inno d'Italia - ha detto Grasso - . L'esempio di Franco Giustolisi, che ho conosciuto nella mia precedente vita di magistrato, è importante, ci ricorda di cercare sempre la verità."

"La nostra Costituzione, di cui abbiamo festeggiato un nuovo compleanno, è un documento di pace, una ricetta per vivere insieme. Quello che mi appassiona è il secondo comma dell'articolo 3, nel quale si specifica che lo stato deve rimuovere gli ostacoli all'inserimento del lavoratore nella politica. Tutti noi dobbiamo sempre ricordarci di rimuovere gli ostacoli che rendono difficile il raggiungimento dei diritti."

Il Presidente del Senato ha dovuto abbandonare l'incontro prima della sua conclusione, per altri impegni, incontro che è proseguito con la premiazione effettiva dei giovani partecipanti al concorso.

s.g.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore