/ Attualità

Attualità | 22 gennaio 2018, 15:32

50% di sgravi fiscali per chi assume giovani, CIA Cuneo: "Un'opportunità per le nostre aziende agricole"

Igor Varrone: "Un ottimo incentivo per le nostre imprese e un’occasione per i giovani che ancora non sono inseriti definitivamente nel mondo del lavoro"

Foto generica

Foto generica

L’anno nuovo porta buone notizie per le imprese che intendono investire sui giovani. La Legge di Bilancio 2018 ha introdotto un significativo sgravio contributivo del 50% per l’assunzione di under 35.

Il Bonus assunzioni 2018, valido per i contratti effettuati dal 1° gennaio al 31 dicembre prossimo, è ammesso per i lavoratori fino a 35 anni di età a patto che questi non siano mai stati occupati con un contratto a tempo indeterminato. Le imprese che sceglieranno di assumere potranno contare su uno sgravio contributivo del 50% sui contributi previdenziali - ad esclusione di contributi e premi Inail -, per un importo massimo di 3.250 euro all’anno e una durata complessiva di tre anni, pari a 36 mesi.

«Un ottimo incentivo per le nostre imprese e un’occasione per i giovani che ancora non sono inseriti definitivamente nel mondo del lavoro - commenta Igor Varrone, direttore Cia di Cuneo - . Per le aziende agricole si tratta di un’opportunità da cogliere al volo, per iniziare anche un’attività di collaborazione in un mondo non sempre facile, proprio per il peso delle tasse e della burocrazia. E contemporaneamente contribuire alla crescita del tessuto economico e sociale locale.»

Il Bonus spetterà per le assunzioni fatte da datori di lavoro del settore privato che, nei sei mesi precedenti, non abbiano effettuato licenziamenti individuali o collettivi nell’unità produttiva di riferimento.

Le assunzioni agevolate prevedono tre tipologie di contratto: assunzione stabile con contratto a tempo indeterminato, trasformazione a tempo indeterminato di contratto a termine o ancora prosecuzione di contratto di apprendistato professionalizzante a tempo indeterminato stabilita nel 2018, ma soltanto a condizione che il lavoratore non abbia compiuto il trentesimo anno di età alla data della prosecuzione.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium