/ Attualità

Attualità | 24 gennaio 2018, 19:30

Cuneo: le nuove frontiere del turismo in streaming

L'Azienda Turistica Locale del Cuneese ha partecipato alla video conferenza dell'Unicredit Tower di Milano in cui si è parlato delle sfide future

Nella sede dell'Atl del Cuneese si ascolta la videoconferenza

Nella sede dell'Atl del Cuneese si ascolta la videoconferenza

Tra le oltre 80 sedi in Italia che, martedì 23 gennaio, sono state collegate in streaming con l'Unicredit Tower di Milano per un confronto con esperti per analizzare i trend e gli impatti della trasformazione digitale sul turismo del Bel Paese, c’è stata anche l'Atl del Cuneese. Una video conference, che ha sviluppato il tema dell'utilizzo delle tecnologie a supporto delle imprese turistiche.

“L’era tecnologica in cui stiamo vivendo – ha esordito il presidente dell’Atl del Cuneese, Mauro Bernardi - richiede alle aziende un continuo aggiornamento per rimanere al passo con i tempi e mantenere la propria visibilità sul mercato. Applicazioni per la prenotazione di servizi turistici e piattaforme di condivisione dati e di prenotazione alberghiera, sono  nuovi strumenti fondamentali per la fruizione turistica. Ed è importante, per gli imprenditori, essere aggiornati e sfruttare la visibilità offerta da queste strumentazioni innovative. Altrimenti c’è il rischio dell’esclusione dal mercato".

Il turismo è un settore strategico per la valorizzazione del Made in Italy: il nostro Paese si conferma una delle mete più desiderate e visitate da tanti stranieri, con una ricaduta economica considerevole. Secondo i più recenti dati Istat, il 2016 è stato un anno di forte crescita del movimento turistico in Italia: gli esercizi ricettivi hanno registrato il massimo storico di 403 milioni di presenze (+2,6% rispetto al 2015) e 117 milioni di arrivi (+3,1% rispetto al 2015). Tendenze in ulteriore crescita nei dati sulla stagione turistica 2017. Nella più recente classifica dell’Organizzazione Mondiale del Turismo, il nostro Paese si colloca al quinto posto per capacità attrattiva, mentre i dati del World Travel and Tourism Council relativi al 2016 certificano un valore per l’industria turistica di 86,2 miliardi di Usd (il 4,6% del Pil), che salgono a 207,6 miliardi di Usd (11,1% del Pil) se si aggiunge tutto l’indotto, con circa 2,9 milioni di impiegati nel settore.

Il settore si trova e si troverà dunque a fare i conti con cambiamenti dirompenti, dettati, innanzitutto, proprio dalle nuove tecnologie: la crescita continua nell’uso degli smartphone, dei social-media e dei chat-bot; i robot concierge; la realtà aumentata; l’intelligenza artificiale (Ai) rivoluzioneranno il mondo dei viaggi con implicazioni non solo tecniche ma anche comportamentali e sociologiche, mutando profondamente le aspettative dei viaggiatori sull’interazione con il digitale. Nel mondo del Travel 4.0, in cui macchine e device interagiscono e rispondono intelligentemente, con la possibilità di integrare big e small data, il viaggio ha un’immensa opportunità di ripensarsi, rinnovarsi e crescere, in vista degli 1,8 miliardi di viaggiatori stimati entro il 2030 dall’Organizzazione Mondiale del Turismo.

Di questi temi, hanno relazionato, dalla UniCredit Tower di Milano, Massimo Macchitella, responsabile Small Business & Financing Products UniCredit; Roberta Milano, docente all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, digital strategist ed esperta di marketing del web e Gualtiero Carraro, imprenditore titolare di Carraro LAB impegnato nello sviluppo di piattaforme multimediali connesse all’export digitale ed esperto di tecnologie applicate al mondo della cultura. Moderatore della video conference è stato Patrizio Roversi, conduttore televisivo, che ha introdotto i diversi speaker e facilitato il confronto interattivo con gli imprenditori anche attraverso l’utilizzo di una piattaforma di instant feedback.

“Per noi - ha concluso Gabriella Giordano, consigliere di amministrazione dell’Atl del Cuneese – è stato un onore ospitare presso la nostra sede questo importante momento di formazione e di aggiornamento. La nostra ATL sta investendo molte risorse nell’ambito delle nuove tecnologie e delle innovazioni, a servizio del territorio. Il coinvolgimento degli operatori turistici locali è stato sicuramente un valore aggiunto che rafforza la collaborazione con il territorio per il raggiungimento di risultati sempre migliori”.    

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium