/ Agricoltura

Spazio Annunci della tua città

Affittasi trilocale 4/6 posti letto in Residence Blue Marine. Uso degli impianti sportivi piscina tennis bocce palestra...

Km reali iscritta ASI con CRS (possibilita` di pagare meno di assicurazione e dal 2020 tariffa ridotta anche sul bollo)...

(IM) vicinissimo piazza del mercato ampio monolocale mq 35 luminoso con parete mobile per separare zona cucina/notte,...

Marca Orsi 1.22 ottime condizioni telefonare ore pasti

Che tempo fa

Cerca nel web

Agricoltura | martedì 13 febbraio 2018, 11:42

Emergenza alpeggi: la Regione Piemonte apre un dibattito

Il presidente dell’Adialpi: "discuteremo sui carichi minimi di bestiame e sulla possibilità di apertura di un nuovo bando sul “Premio all’erba”

“Abbiamo ottenuto un tavolo di lavoro con l’Assessorato regionale all’Agricoltura nel mese di febbraio – spiega Giovanni Dalmasso , Presidente dell’Adialpi – in cui discutere sui carichi minimi di bestiame sugli alpeggi e sulla possibilità di apertura di un nuovo bando sul “Premio all’erba”, la Misura 10.1.9 del PSR”.

“Tra poche settimane – continua Dalmasso - sapremo con certezza quali saranno i carichi della Domanda Unica della PAC per l’alpeggio 2018: la nostra proposta è di mantenere il coefficiente dello scorso anno (0,10 UBA/ettaro/anno) e ci opporremo al carico suggerito dalla Regione Piemonte (con il DGR n 13-3197 del 26/04/2016) di 0,15 UBA/ettaro/anno. Lo scorso anno, anche a causa dell’eccessiva siccità, molti margari hanno avuto difficoltà a completare il periodo minimo di permanenza in alpe per accedere ai premi della PAC tanto che, a seguito anche del nostro interessamento, la Regione Piemonte concesse la deroga di demonticazione anticipata. Per l’estate 2018 un innalzamento del carico minimo di bestiame non credo sia una buona scelta in quanto il coefficiente di 0,10 UBA/ettaro/anno a nostro avviso è già un carico molto alto e al di sopra di tale limite per molti alpeggi sarebbe eccessivo con danni alla cotica e al benessere degli animali.

Altro argomento molto importante dell’incontro sarà la possibilità di apertura di un nuovo bando per la Misura 10.1.9 del PSR (Gestione eco-sostenibile dei pascoli) per le aziende che furono escluse dalla graduatoria del 2016: è interessante sapere se vi è la volontà di aprire questo bando, a quanto ammonterebbe la dotazione finanziaria e per quanti anni verrà concesso il premio.

Appena saremo informati sapremo cosa dire alle centinaia di aziende piemontesi interessate a presentare la Domanda Unica della PAC e richiedere il Premio all’erba per i loro alpeggi.”

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore