/ Cuneo e valli

Spazio Annunci della tua città

Affittasi trilocale 4/6 posti letto in Residence Blue Marine. Uso degli impianti sportivi piscina tennis bocce palestra...

Km reali iscritta ASI con CRS (possibilita` di pagare meno di assicurazione e dal 2020 tariffa ridotta anche sul bollo)...

(IM) vicinissimo piazza del mercato ampio monolocale mq 35 luminoso con parete mobile per separare zona cucina/notte,...

Marca Orsi 1.22 ottime condizioni telefonare ore pasti

Che tempo fa

Cerca nel web

Cuneo e valli | martedì 13 febbraio 2018, 09:05

LVIA presenta la mostra fotografica “Femmes du Sénégal” di Marco Sasia

Mercoledì 21 febbraio alle18:30 a Cuneo, presso il birrificio Beertola in Via Peano, l’associazione LVIA inaugura la mostra fotografica “Femmes du Sénégal – Donne, energia e ambiente per uno sviluppo sostenibile”

 

La mostra racconta uno spaccato dei progetti che LVIA promuove in Senegal dal 1998 e che rispondono alla tematica dello sviluppo sostenibile: obiettivi principali sono la riduzione della dispersione dei rifiuti plastici nell’ambiente e l’intervento sul limitato accesso all’energia.

Al centro dell’esposizione ci sono le donne, con la loro vita quotidiana ed il loro lavoro nelle aree rurali e urbane del Paese, insieme all’associazione LVIA.

L’attività delle cooperative femminili si concentra in contesti rurali in cui l’accesso all’energia è limitato o inesistente, rendendo difficoltosi sia la vita quotidiana che lo sviluppo di qualunque attività economica. Attraverso l’installazione di “piattaforme multifunzionali” gestite dalle stesse cooperative, è possibile per le comunità dei villaggi accedere all’energia per trasformare i prodotti agricoli e così migliorare gli standard di vita.

Le periferie delle città senegalesi sono segnate dal problema dell’urbanizzazione massiccia a cui è collegato un maggiore consumo di oggetti di plastica, dovuto ai bassi costi sul mercato; a causa di uno smaltimento non appropriato, i rifiuti plastici si disperdono nell’ambiente e, oltre a peggiorare le condizioni igieniche, danneggiano l’agricoltura e la pastorizia molto praticate in questi contesti.

Tra le attività avviate per limitare questo fenomeno, LVIA ha realizzato con una cooperativa di donne nella città di Thiès il Centro di riciclaggio della plastica PROPLAST: qui i rifiuti, dopo essere stati acquistati in diversi punti di raccolta sparsi per la città, vengono trattati e trasformati in granelli di plastica, materia prima che viene venduta a imprese locali per la produzione di nuovi oggetti in plastica riciclata. LVIA ha accompagnato le donne impiegate nel progetto, aiutandole a migliorare le proprie competenze. Oggi le donne detengono una quota di maggioranza nella gestione del Centro, diventato nel corso degli anni un’impresa Srl. Si tratta di un esempio concreto di impresa sociale, una realtà economica pienamente sostenibile.

Da Thiès, LVIA ha ampliato l’intervento nell’ambito della valorizzazione dei rifiuti plastici in diverse città del Senegal.

Il reportage fotografico è stato realizzato nel 2014 da Marco Sasia nelle città e nelle periferie di Thiès e Joal Fadiouth nell’ambito del progetto di cooperazione decentrata tra i Comuni di Fossano e di Joal Fadiouth, svoltosi con l’accompagnamento di LVIA ed il contributo del “Programma per la sicurezza alimentare e la lotta alla povertà in Africa Subsahariana” della Regione Piemonte.

Saranno presenti all’inaugurazione della mostra, l’autore del reportage fotografico Marco Sasia, e Giovanni Armando di LVIA Senegal.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore