/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | 17 febbraio 2018, 18:11

Vandali in azione a Sampeyre

Riceviamo e pubblichiamo

Vandali in azione a Sampeyre

A volte insegnare richiede di cogliere al volo le opportunità suggerite dalla realtà. Un bel muro bianco può servire per una bella attività di educazione artistica. Un muro imbrattato è l’ideale per una lezione di educazione civica. Siccome l’arte è libertà, mentre la cittadinanza è regole, la seconda disciplina a volte è più difficile da insegnare ai ragazzi ma quando si è toccati sul vivo, l’esperienza diretta può aiutarli a capire al volo certi concetti.

E’ un po’ quello che è successo alle scuole di Sampeyre, dove nei giorni scorsi il grazioso murales realizzato dai bambini qualche anno fa, è stato imbrattato con delle considerazioni di certo non lusinghiere per il paese.

Viene così da pensare che non siano stati dei Sampeyresi ad avere compiuto il gesto (altrimenti avrebbero dei disturbi seri) ma piuttosto qualche visitatore piuttosto cafone e ignorante in fatto di galateo dell’ospitalità.

Di fronte allo sconcerto dei ragazzi, si è voluto far loro capire che non bisogna covare sentimenti di vendetta nei confronti degli autori del gesto, magari girando idealmente su di loro i medesimi concetti che gli ignoti artisti hanno decorato sul murale, ma che anzi sono persone da compatire: quel brutto nero delle scritte che hanno voluto istoriare, perso tra i coloratissimi e solari paesaggi dei ragazzi, esplica bene il buio della loro anima.

Mano quindi a pennelli e colori! laddove c’è il nero di qualche anima rancorosa e infelice, ci sono sempre i ragazzi, che con la loro gioia di vivere possono riportare luci e colori. Quando nel mondo c’è qualche bruttura si può sempre fare qualcosa per correggerla: questa è la lezione di educazione civica!

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium