/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | lunedì 19 febbraio 2018, 16:26

Sostituiti tra Pogliola e San Biagio duecento metri di tubatura dell'acqua

Impiegati materiali d’avanguardia: i tecnici di altri gestori in visita al cantiere “MondoAcqua”

Si sono conclusi in questi giorni, senza arrecare rilevanti disagi al traffico stradale, i lavori sulla strada provinciale 4, che collega l’abitato di Pogliola a quello di San Biagio. Un’area in cui “MondoAcqua Spa”, gestore del servizio idrico integrato, ha sostituito circa duecento metri di tubatura deteriorata con una condotta nuova, che rappresenta una delle maggiori innovazioni tecniche del mercato odierno.

Sul cantiere sono infatti intervenuti i rappresentanti di diversi gestori del servizio idrico della zona, per osservare da vicino i materiali impiegati. "La condotta piazzata – spiega Alessandro Olivari, della casa di produttrice “Saint Gobin” – rappresenta l’evoluzione del vecchio tubo rivestito in malta cementizia. In questo caso, l’esterno si compone di zinco, alluminio e rame, oltre che di una vernice a base d’acqua. L’interno, invece, è rivestito con una particolare resina, studiata per migliorare la scorrevolezza interna".

L’obiettivo è la posa di tubature più leggere e più moderne, progettate per durare più a lungo (si parla di una stima di circa cent’anni). "Un investimento che abbiamo scelto di fare proprio nell’ottica di migliorare, anche a lungo termine, il servizio – commenta il presidente di “MondoAcqua Spa”, Luigi Ghiazza –. Questo tipo di interventi mira a risolvere definitivamente le problematiche delle zone più critiche e a limitare il più possibile il fenomeno della dispersione idrica".

Una “vision” appoggiata anche dai tecnici della Provincia: "I continui rappezzi sono una delle principali cause del deterioramento stradale – conclude il geom. Calandri –. Quando c’è dialogo e sinergia tra diverse realtà e si riesce a lavorare in questo senso, si offre un migliore servizio alla cittadinanza, sotto tutti i punti di vista".

I lavori interesseranno ora le curve di San Biagio, poi San Giovanni dei Govoni (strada dei Curetti), Gratteria (strada dei Gaschi) e Rifreddo (strada dei Bruni).

cs

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore