/ Coldiretti Cuneo

Che tempo fa

Cerca nel web

Coldiretti Cuneo | lunedì 19 febbraio 2018, 17:16

#Stop cibo falso: la petizione di Coldiretti per l'etichettatura obbligatoria in Europa

Nei Mercati di Campagna Amica e negli Uffici Zona parte la raccolta firme per tutelare i consumatori

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Coldiretti, dopo il grande impegno per tutelare il vero cibo italiano nel nostro Paese, che ha portato alla recente etichettatura per il grano duro, il latte, il riso, i derivati dal pomodoro, lancia la nuova campagna ‘#Stop cibo falso’.

Per tracciare l’origine degli alimenti e garantire ai consumatori cibi sani e genuini, di lavoro ne è stato fatto, ma ce n’è ancora tanto da fare: da qui la petizione sottoscritta dal presidente di Coldiretti Roberto Moncalvo indirizzata al Presidente del Parlamento Europeo ed al Presidente della Commissione per chiedere che i consumatori abbiano la possibilità di conoscere da dove arriva il cibo che portano in tavola.

A rischio “fake” nel carrello della spesa vi è un prodotto alimentare su quattro che non riporta obbligatoriamente l’origine in etichetta, dalle marmellate ai ragù ai sottoli, dal succo di frutta al pane fino al latte in polvere per bambini.

“Il prossimo passo –commenta il direttore di Coldiretti Cuneo, Tino Arosioè ottenere l’etichettatura di ortofrutta e carne trasformata e visto il grande impegno di Coldiretti Cuneo e del Consorzio Agrario del Nord Ovest per valorizzare i contratti di filiera del frumento tenero, auspichiamo la certificazione d‘origine anche su questo prodotto d’eccellenza del nostro territorio, per la completa tracciabilità della filiera”.

Conclude il Direttore: “La nostra è una battaglia di civiltà per garantire la salubrità di quanto viene consumato sulle nostre tavole. L’indicazione di origine permette di contrastare quelle imitazioni che ogni anno sottraggono 60 miliardi di euro all’economia dell’Italia e di rafforzare la lotta alle agromafie, oltre che prevenire le falsificazioni”.

L’iniziativa prenderà ufficialmente il via nella nostra provincia nei mercati di ‘Campagna Amica’ a partire dal 23 febbraio e coinvolgerà anche gli Uffici Zona e il Centro Servizi alla Persona in piazza Europa a Cuneo.

E’ possibile firmare la petizione anche sul sito www.cuneo.coldiretti.it. I consumatori possono contribuire a sostenere la campagna #stopcibofalso sui social network di Coldiretti (pagina Facebook, Twitter ed Instagram).

 

 

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore