/ Curiosità

Che tempo fa

Cerca nel web

Curiosità | martedì 20 febbraio 2018, 07:15

Alba: al via la 5^ edizione delle "Letture Corali"

Tutte le serate, dal 21 febbraio al 7 marzo, saranno a ingresso libero: appuntamento al Santuario della Natività, alle 21

Foto generica - da Photopin

Prende vita la quinta edizione delle Letture Corali, consolidato ciclo di incontri che l’Associazione Corale Intonando organizza e offre gratuitamente al pubblico. Il motivo è semplicemente quello di mettere la cultura al servizio delle persone, riconsegnando un ennesimo lodevole senso al Santuario della Natività di Maria Santissima a Mussotto d’Alba.

Tre serate, tutte alle ore 21, dal diverso contenuto, ma tutte e tre valide, necessarie, profonde coordinate con la collaborazione di Paolo Tibaldi. 

Mercoledì 21 febbraio lo scrittore autoctono Lucio Aimasso, ci presenterà il suo ultimo lavoro letterario pluripremiato: “La notte in cui suonò Sven Vath”.

Un romanzo di formazione, come ama chiamarlo lui, che parla di un ragazzo – Federico - soprannominato il Moro: Sedici anni, bocciato, technofolle. Senza futuro. Sono giovani, non accettano regole, non vedono un futuro adatto a loro. Sono i ragazzi di oggi, quelli che non hanno mai avuto il permesso di sognare. 

Mercoledì 28 febbraio, sarà la volta di Romano Salvetti; anch’esso autore del libro di cui parlerà: A Margine del Bosco Sacro.

Un analisi sulla spiritualità della natura. Un libro di storie, di narrazioni, di conversazioni, di canti. Salvetti ci affascina con il suo quarto libro facendoci entrare in una dimensione tra il reale e l'onirico. Un affabulare straordinario per fare memoria, per ridare speranza alle Terre Alte delle Langhe, alle terre alte di tutto il mondo. 

Mercoledì 7 marzo, invece, tre studenti albesi di diverse scuole superiori, ci catapulteranno in una analisi Classica e per questo vivida, attuale.

Sara Rosa, Bianca Quassolo e Niccolò Barbalato si sono cimentati nell’approfondimento della tragedia di Antigone, scritta da Sofocle nell’Antica Grecia, ma ripresa dai più contemporanei J. Anouilh e B. Brecht. Ognuno di loro presenterà una dissertazione tematica sui tre diversi parallelismi. La serata, non a caso, è intitolata “ANTIGONE: Sete di dignità umana”. 

Ingresso libero e gratuito.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore