/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Da ristrutturare, su due piani con cantina interrata, portico annesso e garage esterno a parte, con terreno annesso di...

Affittasi trilocale 4/6 posti letto in Residence Blue Marine. Uso degli impianti sportivi piscina tennis bocce palestra...

Km reali iscritta ASI con CRS (possibilita` di pagare meno di assicurazione e dal 2020 tariffa ridotta anche sul bollo)...

(IM) vicinissimo piazza del mercato ampio monolocale mq 35 luminoso con parete mobile per separare zona cucina/notte,...

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | venerdì 02 marzo 2018, 12:31

Paesana: i profughi al lavoro per ripulire i marciapiedi del paese coperti dalla neve (FOTO)

Si tratta della prima attività che vede impiegati i migranti in lavori a beneficio della comunità paesanese, dopo la firma della convenzione con la Prefettura

Paesana, un gruppo di richiedenti asilo al lavoro nelle vie del centro

Le ondate di freddo, e “Burian” non fa certo eccezione, portano con sé disagi, ritardi, pericoli e tante, tante critiche.

A Paesana, 614 metri sul livello del mare, in Val Po, il sistema di sgombero neve ha retto al maltempo, che ha portato, a più riprese, neve ghiaccio su strade e marciapiedi. Tanti gli operatori al lavoro, così come mezzi spartineve e spargisale.

Tra i tanti impegnati a rimuovere la neve caduta al suolo, anche un gruppo di profughi che dimorano nella struttura di via vecchia dei Roè, alla “periferia” nord-est del paese.

I ragazzi già ieri mattina (giovedì) sono stati impegnati nella pulizia di passaggi pedonali, specialmente nella zona antistante le scuole elementari e medie. Il Comune li ha dotati di vestiario e calzature antinfortunistiche, pala, guanti e giubbottini ad alta visibilità.

Poi, coordinati dal geometra comunale Andrea Caporgno, hanno iniziato a ripulire marciapiedi coperti di neve.

Oggi (venerdì) continua il lavoro: i giovani hanno pulito l'accesso alle scuole elementari e medie, ripassato i marciapiedi del concentrico, anche quelli di borgo Santa Margherita, aprendo un varco per i pedoni anche nei giardini Birimbo.

Si tratta della prima attività che vede impiegati i migranti in lavori a beneficio della comunità paesanese. Per poter far ciò, è stata sottoscritta un’apposita convenzione con la Prefettura di Cuneo, così come era stato annunciato dal sindaco Mario Anselmo nel corso dell’ultimo Consiglio comunale.

Nicolò Bertola

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore