/ Confartigianato notizie

Confartigianato notizie | mercoledì 07 marzo 2018, 18:57

Passaggio generazionale nelle imprese: Confartigianato Cuneo affianca gli imprenditori con un percorso di affiancamento e strumenti specifici

Il cambiamento investe non soltanto il nucleo familiare dell’imprenditore, ma anche l’insieme di relazioni con il territorio e i rapporti con i dipendenti. Per tali motivi il processo di ricambio deve essere gestito in modo consapevole

Passaggio generazionale nelle imprese:  Confartigianato Cuneo affianca gli imprenditori  con un percorso di affiancamento e strumenti specifici

Sala gremita di imprenditori senior e nuove generazioni per il workshop “Dai padri ai figli: l’azienda che guarda al futuro” organizzato lo scorso 6 marzo da Confartigianato Imprese Cuneo presso la sede provinciale.

Il passaggio generazionale è un momento cruciale nella vita di una azienda, perché implica il trasferimento da una generazione all’altra di un vero e proprio patrimonio di saperi e competenze acquisite in anni di esperienza. Il cambiamento investe non soltanto il nucleo familiare dell’imprenditore, ma anche l’insieme di relazioni con il territorio e i rapporti con i dipendenti. Per tali motivi il processo di ricambio deve essere gestito in modo consapevole.

Con queste premesse Confartigianato Cuneo ha organizzato questo momento di confronto, trasmetto anche in diretta sul canale Facebook ufficiale dell’Associazione (https://www.facebook.com/ConfartigianatoCuneo/), per approfondire la tematica e illustrare la soluzione proposta alle aziende in collaborazione con RW Consulting di Alba.

Dopo l’introduzione di Joseph Meineri, direttore generale di Confartigianato Imprese Cuneo, Marco Viola, Socio RW Consulting, esperto di pianificazione, gestione e controllo del business nelle PMI, ha approfondito temi gestionali ed organizzativi, evidenziando gli ambiti di maggior criticità e fornendo esempi pratici di strumenti per il monitoraggio dell’Azienda in questa delicata fase della sua vita.

A seguire, Roberto Cortevesio, dottore commercialista, ha sintetizzato i principali passaggi formali e burocratici impliciti nel processo di transizione.

Alla tavola rotonda ha inoltre partecipato Francesca Nota, socia della Roero Infissi snc di Ceresole d’Alba e presidente dei Giovani Imprenditori di Confartigianato Imprese Cuneo, che ha condiviso la sua esperienza, evidenziando l’importante supporto avuto dall’Associazione e le positività riscontrate nel partecipare alle attività del Gruppo Giovani.

Al termine Confartigianato Cuneo ha presentato un “pacchetto” di strumenti e i metodi di lavoro predisposto appositamente per supportare le PMI nel passaggio generazionale.

Ha concluso l’incontro Giorgio Felici, vicepresidente territoriale vicario nonché presidente regionale di Confartigianato Piemonte.

"Le imprese familiari - ha commentato Felici - rappresentano l’ossatura dell’intero sistema produttivo italiano. Negli ultimi anni sono quelle che hanno maggiormente resistito alla crisi, contribuendo a dare stabilità all’economia del Paese. E sempre le aziende di famiglia ottengono oggi importanti performance sui mercati esteri anche grazie all’innovazione. Unico neo in alcuni casi è proprio il passaggio generazionale, che si dimostra ancora troppo ingessato e di difficile approccio. Spesso subentrano resistenze psicologico-affettive, o vengono a mancare nel perimetro familiare competenze adeguate, o ancora, le pratiche burocratiche si presentano lunghe e troppo complesse. Riguardo a tale problematica, che nei prossimi cinque anni toccherà oltre il 50% delle aziende a conduzione familiare, Confartigianato Cuneo è in grado di offrire il sostegno e le professionalità adeguate per realizzare un sereno e proficuo passaggio generazionale".

Per informazioni sul “Pacchetto Continuità Aziendale” – tel. 0171 451111 – confartcn@confartcn.com

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore