/ Agricoltura

Che tempo fa

Cerca nel web

Agricoltura | giovedì 08 marzo 2018, 19:00

In Piemonte è rosa un'impresa agricola su tre di Coldiretti

Le aziende femminili operano soprattutto nei comparti del vino, del riso, della frutta e dei trasformati

Un mercato di Campagna Amica Coldiretti

Un mercato di Campagna Amica Coldiretti

Nel 2017 in Piemonte sono nate quasi 7 mila imprese guidate da donne. In totale sono 98 mila e rappresentano il 22,4% delle aziende registrate nella Regione, operano prevalentemente nei settori del commercio, dell’agricoltura e dei servizi alle persone e l’11,8% sono amministrate da under 35.

E’ quanto emerge dai dati di Unioncamere Piemonte in occasione della giornata internazionale della donna: ricorrenza che, più di qualsiasi altra, ricorda al mondo gli anni di lotte portate avanti proprio dalle donne per la conquista dei loro diritti. “L’imprenditoria femminile - spiega Graziella Boveri, responsabile Donne Impresa Coldiretti Piemonte - costituisce un patrimonio di tutto il Paese con un peso all’interno del mondo produttivo che non è dato solo dal numero delle titolari, ma anche dalla loro capacità di innovazione. Le imprenditrici agricole, infatti, hanno dimostrato capacità di coniugare la sfida con il mercato ed il rispetto dell’ambiente, la tutela della qualità della vita, l’attenzione al sociale, insieme  alla valorizzazione dei prodotti tipici e della biodiversità, diventando protagoniste in diversi campi: dalle attività di educazione alimentare ed ambientale all’attenzione per la salute ed il benessere, dalle fattorie didattiche ai percorsi rurali di pet-therapy, fino agli orti didattici, ai mercati di Campagna Amica e all’agriturismo”.

Commentano Roberto Cabiale, vicepresidente di Coldiretti Piemonte, e Bruno Rivarossa, delegato confederale: “Delle oltre 80 mila imprese che conta Coldiretti Piemonte, 25 mila sono guidate da imprenditrici che hanno avuto la lungimiranza di vedere nell’agricoltura prospettive di crescita e futuro. Le imprese femminili piemontesi operano soprattutto nei comparti del vino, del riso, della frutta e dei trasformati e le imprenditrici, si occupano in particolare, anche grazie alla conoscenza di più lingue straniere, dell’ambito commerciale e di promozione dei prodotti. Le imprese rosa hanno una forte e duratura tenuta economica che garantisce solidità anche al patrimonio dell’enogastronomia Made in Piemonte”.  

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore