/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

generico settore agricoltura allevamento avicolo a tempo indeterminato azienda agricola del Monferrato (AL) ricerca...

Nel borgo marinaro di Gioiosa Marea e a pochi passi dal mare, pittoresca recentemente ristrutturata. La casa, dotata...

Frazione Diano Serreta, a soli 3,5 km dalle spiagge in splendida posizione con vista mare, vendesi casa...

Bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili subito un maschio e una femmina solo amanti razza....

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | giovedì 08 marzo 2018, 20:40

“L’arte si fa in quattro” al Mùses di Savigliano

Quattro Paesi partner e sette artisti si danno appuntamento in città il 12 marzo

Il progetto AMuSE, co-finanziato nel quadro del programma europeo Creative Europe 2014/2020, intende investigare il campo dell’esperienza sensoriale utilizzando le arti visive e applicate, esplorando l’eredità artistica dei diversi contesti che definiscono l’identità europea.

Dopo le selezioni avvenute nei mesi scorsi in Italia, Malta, Olanda e Lituania, sono stati scelti i 16 artisti vincitori del bando AMuSE: sette di loro (4 italiani e uno per ogni paese partner) arriveranno a Savigliano il prossimo 12 marzo per la prima residenza artistica. Saranno tre settimane, dal 12 al 31 marzo, intense e ricche di attività e al MÚSES sono stati già allestiti gli atelier che li accoglieranno per tutta la durata della residenza.

Tra i molti appuntamenti pensati per i giovani artisti: visite al Castello di Rivoli, alla Fondazione Merz, alla mostra “Fontana e Manzoni. Tesori nascosti dalla collezione La Gaia” presso il Castello degli Acaja a Fossano, e a diverse gallerie d’arte contemporanea di Torino; il tutto organizzato da Terre dei Savoia per far vivere un’esperienza intensa a chi non conosce il Piemonte (oltre a Malta, Lituania e Olanda, gli artisti italiani vengono da Catanzaro, Pescara, Campobasso e Como), le sue tradizioni, la sua storia e soprattutto per stimolare la ricerca che porteranno avanti durante il soggiorno.

In collaborazione con diversi enti sul territorio e a cura dello staff congiunto di Terre dei Savoia e del MÚSES, saranno inoltre organizzate giornate speciali e gratuite pensate per avvicinare il pubblico al lavoro creativo, una sorta di punto d’incontro tra l’arte e il territorio per incrementare la visibilità e la fruizione da parte di un pubblico specialistico e non.

Tutte le attività si terranno al MÚSES di Savigliano, un luogo che ormai è diventato il centro propulsivo delle attività internazionali di Terre dei Savoia con un particolare focus sull’arte contemporanea.

Sono previsti uno Special Open Day (il 20 marzo dalle 10:00 alle 15:00) e un Social Open Day (il 21 marzo dalle 10 alle 18), laboratori che avranno come protagonista la sensorialità e saranno dedicati rispettivamente a persone con disabilità e a categorie svantaggiate); e uno Students Open Day (che si terrà il 23 marzo dalle 15 alle 17.30) che sarà una vera e propria tavola rotonda sul mondo dell'arte, arricchita da uno scambio tra curatori, artisti e accademici). Per info e prenotazioni rivolgersi al MÚSES Accademia Europea delle Essenze al tel. 0172.375025.

Infine, per la chiusura delle tre settimane, è in programma un vernissage di presentazione delle opere degli artisti, il 29 marzo dalle 17.30. Un calendario ricchissimo dunque per un marzo costellato di eventi e attività per i quali si rimanda ai canali web e social del MÚSES e di Terre dei Savoia.

Durante le tre settimane, tuttavia, non ci sarà solo l’arte: il 15 e il 16 marzo è previsto il consueto Transnational Meeting tra i partner di progetto dall’Olanda, Lituania e da Malta. Per ulteriori informazioni è consultabile la pagina del progetto: www.visitterredeisavoia.it/it/progetti/amuse/ o la pagina Facebook ufficiale: www.facebook.com/Artistic-Multi-Sensorial-Experiences-AMUSE-439761703051856/?fref=ts.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore