/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | giovedì 08 marzo 2018, 16:27

Bovesana a processo per aver diffamato e calunniato le vicine di casa

La donna avrebbe segnalato ai servizi sociali una condomina perché “maleducata”

Insulti, minacce e dispetti rivolti alla vicina di casa, arrivando anche a inseguirla in auto. Infine la calunnia e la diffamazione, con la segnalazione agli assistenti sociali per “squilibri mentali”. Per questa vicenda, riferita agli anni 2015 e 2016, è a processo una donna bovesana.

In tribunale la testimonianza della presunta vittima, costituita parte civile con l’avvocato Nicola Dottore: “L’imputata se la prendeva con me, ma anche con mia madre e mia sorella. Diceva in giro che ero una vandala perché rovinavo la casa dove abitavamo e che ero una brutta persona e mi meritavo di passare dei guai con la legge”.

Secondo la persona offesa, sarebbe stata l’imputata ad andare ad allertare i servizi sociali: “Arrivò una lettera a mia madre, qualcuno aveva detto che c’erano problemi con la mia educazione. Con tutti gli altri vicini i rapporti erano buoni, non poteva essere stata che lei”.

Nel condominio c’erano stati atti di vandalismo. Qualcuno aveva rigato, probabilmente servendosi di un mazzo di chiavi, il muro dell’androne, una porta e l’ascensore: “Più persone avevano detto che fosse lei, io stessa l’ho vista una volta che camminava rasente un muro con le chiavi in mano, mentre mi mandava a quel paese”.

Sono stati anni di insulti e minacce rivolte contro me e le mie figlie”, ha raccontato il padre della giovane parte civile. “Quando vado a trovare la mia famiglia ancora oggi mi lancia oggetti dal balcone. La mia ex moglie ha proposto di far installare una telecamera, ma c’è stata opposizione da parte di un condomino. Allora ho apposto il cartello “area videosorvegliata” come deterrente. Ho visto l’imputata che lo cancellava con un pennarello”.

Il processo è stato rinviato il 17 luglio per altri testi del pm.

Monica Bruna

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore