/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | mercoledì 14 marzo 2018, 14:00

A Pasqua riapre Balma Boves a Sanfront: nella stagione 2017 raddoppiati i visitatori

Il sindaco Emidio Meirone lo definisce un “sito dalle enormi possibilità”

La borgata-museo Balma Boves di Sanfront

La borgata-museo Balma Boves di Sanfront

Un sito dalle enormi possibilità”.

Emidio Meirone, sindaco di Sanfront dal 2014, non ha dubbi nel parlare della borgata museo di Balma Boves, “gioiellino” architettonico e turistico posto sulle alture del Mombracco, a monte dell’abitato del paese.

L’Amministrazione comunale ha intrapreso un percorso di valorizzazione del sito. Ed il bilancio dei visitatori del 2017 sta premiando la scelta dell’Ente pubblico.

Nel 2017 la borgata-museo era stata aperta al pubblico nel giorno di Pasqua, con 219 visitatori nel primo fine settimana di apertura.

A fine stagione, vale a dire nel periodo compreso tra Pasqua e ottobre, i dati resi noti dall’Associazione naturalistica Vesulus parlano di un totale di 3162 visitatori giunti a Balma Boves nelle 48 giornate di apertura del sito: 1639 in più rispetto al 2016.

Un aumento pari al 51,83%, dal momento che l’anno prima i visitatori si erano attestati a quota 1523, a fronte di 12 giornate di apertura in più (da 36 a 48).

In 1462 hanno scelto di effettuare una visita guidata tra le abitazioni di Balma Boves, rispetto ai 704 del 2016. In 173, invece, hanno effettuato un “passaggio” alla borgata-museo esibendo la tessera dell’abbonamento “Piemonte Musei”.

Il mese con assoluto maggior numero di visitatori – spiegano dal Comune – è quello di luglio con, seguire, agosto ed aprile”.

Un successo che ha portato l’Amministrazione comunale a proseguire nel solco già tracciato sinora, con la proroga per altri tre anni dell’affidamento della gestione del sito all’Associazione Vesulus.

Un atto – illustra il sindaco Meirone – che si pone nell’ottica della crescita costante di un sito già di per sé rilanciato, rinnovato e gestito benissimo.

La decisione del Comune in un certo qual senso ‘certifica’ la fiducia nei gestori, dimostrando da parte nostra grande attenzione nei confronti della borgata museo.

Molte saranno le sorprese e le novità per la prossima stagione”.

La borgata-museo, poi, rappresenta un tassello fondamentale per la valorizzazione e promozione turistica del Monte Bracco, obiettivo condiviso sia dall’Amministrazione comunale sanfrontese, ma anche da tutti i Comuni che si trovano sul perimetro della “Montagna di Leonardo”.

Esattamente come successo nel corso del 2017, l’apertura di Balma Boves anche quest’anno coinciderà con la domenica di Pasqua, 1 aprile.

Nicolò Bertola

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore