/ Eventi

Spazio Annunci della tua città

Da ristrutturare, su due piani con cantina interrata, portico annesso e garage esterno a parte, con terreno annesso di...

Affittasi trilocale 4/6 posti letto in Residence Blue Marine. Uso degli impianti sportivi piscina tennis bocce palestra...

Km reali iscritta ASI con CRS (possibilita` di pagare meno di assicurazione e dal 2020 tariffa ridotta anche sul bollo)...

(IM) vicinissimo piazza del mercato ampio monolocale mq 35 luminoso con parete mobile per separare zona cucina/notte,...

Che tempo fa

Cerca nel web

Eventi | mercoledì 14 marzo 2018, 13:17

Saluzzo: arriva il film “La Terra Buona” che racconta la biblioteca di padre Sergio

Da domani (giovedì 15 marzo) alla Multisala Italia fino a martedì. Tre storie, tra cui quella del monaco eremita che a Marmora, in Val Maira, ha lasciato una biblioteca di 70 mila volumi

Padre Sergio De Piccoli

Alla Multisala Italia (in piazza Cavour )da domani giovedì 15 marzo, è in programmazione una pellicola attesa per la storia che contiene, conosciuta da molti: quella di Padre Sergio, l'eremita della val Maira e della sua biblioteca. E’ il nuovo  film di Emanuele Caruso “La Terra buona”,  seconda opera del regista albese dopo il successo di  “E fu sera e fu mattina”, caso nazionale tra le produzioni indipendenti.

La pellicola si ispira a tre storie vere che nella realtà non si sono mai incontrate, ma che si incontrano nella finzione cinematografica. Parallela alla storia di Mastro, un ricercatore costretto a fuggire dall'Italia per le sue idee poco convenzionali, a quella di Gea, una ragazza alle prese con una battaglia fra la vita e la morte, c’è la storia di Padre Sergio De Piccoli monaco benedettino morto nel settembre del 2014, all’età di 84 anni. Aveva passato oltre 40 anni della sua vita nella canonica monastero, da lui stesso ristrutturata, a Marmora, in alta Val Maira. Nel corso della sua esistenza Padre Sergio ha fatto nascere una grande biblioteca di volumi oggi introvabili, alcuni anche del 1.500.

Più di 70.000 libri nella biblioteca che è fra le più alte d’Europa (a 1.500 metri d'altezza) stimata in oltre 2 milioni di euro di valore. Afferma il regista: " Credo che la sua storia meritasse di essere raccontata, anche se non è un film biografico. Padre Sergio ha  lasciato a tutti noi un patrimonio inestimabile, che rischia di andare perduto. Con questo lavoro spero di riportare l'attenzione sulla vicenda della sua biblioteca a Marmora".

Il  film è stato girato prevalentemente in Val Grande, in provincia di Verbania. 152 km quadrati dove non ci sono strade, case, negozi, pali della luce o segni di civiltà con alcune zone ancora inesplorate- Una parte e stata poi girata nel monastero benedettino di Marmora.

La pellicola è stata prodotta in parte in crowdfunding. Oltre 500 sottoscrittori hanno finanziato il film con quote da 50 Euro per un totale di 80.000 euro che fanno de la terra buona il film con la più grande raccolta in quote mai realizzato in Italia.

Il film è in programmazione: giovedì 15 e venerdì 16 marzo, spettacolo unico alle 20; sabato 17 e domenica 18 spettacoli ore 15,45 e 18, martedì 20 marzo spettacolo unico alle 17

 

Vilma Brignone

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore