/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 18 marzo 2018, 16:12

Olimpiadi invernali 2026, Mondovì annuncia: "Siamo pronti a sostenere la candidatura di Torino"

I capigruppo della maggioranza, guidati da Giulio Marini, hanno redatto una proposta divenuta un ordine del giorno del Consiglio comunale di giovedì 22 marzo. Nel documento si parla di "coinvolgimento delle aree montane nei comprensori alpini del Piemonte sud-ovest"

Nell'immagine, il consigliere di maggioranza Giulio Marini, il logo pensato per Torino 2026 e una veduta aerea della città di Mondovì

Nell'immagine, il consigliere di maggioranza Giulio Marini, il logo pensato per Torino 2026 e una veduta aerea della città di Mondovì

"Sostegno alla Candidatura di Torino 2026 quale sede delle Olimpiadi e Paralimpiadi invernali e ulteriore coinvolgimento delle aree montane nei comprensori alpini del Piemonte sud-ovest": dopo l'apertura da parte della minoranza di Saluzzo, anche Mondovì si schiera a favore di un eventuale ritorno della kermesse a cinque cerchi nel capoluogo piemontese e lo fa mediante una proposta sottoscritta da tutti i capigruppo della maggioranza e divenuta un ordine del giorno del Consiglio comunale di giovedì 22 marzo.

Nel documento, il cui primo firmatario è il consigliere Giulio Marini, si specifica che le candidature per ospitare le Olimpiadi (estive o invernali) devono far capo a un Comune proponente", che "Torino presentò la propria candidatura per ospitare le Olimpiadi invernali del 2006 sviluppando il progetto su più siti e coinvolgendo le realtà alpine della provincia di Torino" e che "uno dei fattori sostanziali per l'assegnazione della prestigiosa manifestazione (in concorrenza con Sion, oggi favorita in vista del 2026, almeno stando ai rumors, ndr)) fu l'elemento infrastrutturale del doppio aeroporto Torino-Caselle "Sandro Pertini"/Cuneo Levaldigi, che da allora si denomina 'Olimpica'";

"La ricaduta economica per l'intero territorio regionale - aggiungono i capigruppo - sarebbe straordinaria e premierebbe in particolare quei luoghi alpini, come l'arco sud occidentale dalle Alpi Cozie meridionali alle Marittime, che in questi anni si sono spesi per l'evoluzione e lo sviluppo turistico. Nell'eventualità di una scelta coraggiosa e lungimirante, anche il nostro territorio potrebbe mettersi a disposizione per ospitare eventi olimpici e paralimpici".

Per questo, in seguito al probabile "ok" del consesso di giovedì prossimo, il Consiglio comunale di Mondovì "sosterrà con determinazione l'opportunità che Torino presenti la propria candidatura per lo svolgimento delle Olimpiadi invernali del 2026, appoggiando il sindaco di Torino, Chiara Appendino, nell'opera di trovare il massimo del consenso possibile all'interno del proprio Consiglio comunale e mettendosi a disposizione, con il coordinamento della Provincia di Cuneo, per offrire un ulteriore allargamento del territorio interessato, quale sede di eventi olimpici e paralimpici".

Una suggestione, al momento, per la quale, tuttavia, la "Granda" comincia a mobilitarsi, inseguendo un sogno forse meno irrealizzabile di quanto possa apparire. 

Alessandro Nidi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium