/ Curiosità

Curiosità | 18 marzo 2018, 13:03

"Quella volta che il presidente dell’Ordine degli Avvocati, mi redarguì per colpa di Toninelli"

L'avvocato Manfredi di Fossano ricorda con simpatia un comportamento in un'aula di tribunale, considerato troppo disinvolto dell'attuale politico del Movimento 5 Stelle che gli fruttò l'unico richiamo della sua carriera

Danilo Toninelli

Danilo Toninelli

“Danilo Toninelli io lo ricordo bene, ha svolto la pratica forense presso il mio  studio. E già allora aveva una grande capacità comunicativa”.

A pronunciare queste parole è Alida Manfredi, avvocato con studio a Cuneo e Fossano, che intorno agli anni 2000, ebbe tra i propri praticanti proprio il rampante politico del Movimento 5 Stelle.

“A quei tempi era un allievo nella caserma  Carabinieri di Fossano - ricorda l’avvocato Manfredi - e mi contattò per svolgere la pratica forense, che allora  era di 24 mesi. Mi disse che come militare svolgeva un lavoro d’ ufficio che poteva gestirsi con una certa libertà di orario ed aveva ottenuto il permesso dai suoi superiori. Così iniziò a  frequentare regolarmente lo studio di Fossano e a seguirmi anche nell’ attività d’ udienza”

Si poteva intuire la carriera politica che avrebbe poi compiuto?

"Buon eloquio e capacità di comunicazione li aveva già allora. Sicuro di sé, ogni tanto  però aveva  comportamenti un po' disinvolti, diciamo. R icordo un aneddoto, che a raccontarlo oggi è simpatico: doveva raggiungermi  in Tribunale a Cuneo per assistere ad un’udienza civile di prove. Era estate. Arrivò in ritardo, ad udienza già iniziata. Vestiva sempre  in  modo  impeccabile, giacca e cravatta, ma entrato in aula, pensò bene di togliersi la giacca e di arrotolarsi le maniche della camicia. Nulla di particolarmente anomalo se collocato ai tempi odierni, ma vent’ anni fa  l’ambiente era molto più formale, quanto meno in Piemonte".

Prosegue l'avvocato Manfredi:

"Così qualcuno lo riferì all’avvocato Toselli, allora Presidente dell’ Ordine degli Avvocati, che mi convocò per “urgenti comunicazioni”.  Fui seriamente redarguita e mi venne  ricordato che  l’Avvocato deve ritenersi  responsabile del comportamento anche solo  inopportuno del  proprio  praticante! Certo, oggi  non accadrebbe più: col cambiamento  generalizzato dei costumi è diventata meno rigida anche l’etichetta  dell’ambiente forense seppur questo non  sia sempre un dato positivo - commenta il legale cuneese - ma soprattutto perchè ora,  la giacca Toninelli, la indossa  sempre".

 

NaMur

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium