/ Bra e Roero

Che tempo fa

Cerca nel web

Bra e Roero | 19 marzo 2018, 21:25

Bra: film realizzato a Palazzo Traversa si aggiudica il primo premio al ‘Sottodiciotto Film Festival’

L’animazione de La Scatola Gialla è stata creata nel corso del laboratorio “Un cartone al museo”

Bra: film realizzato a Palazzo Traversa si aggiudica il primo premio al ‘Sottodiciotto Film Festival’

Domenica 18 marzo, il film d’animazione “Sulla via della seta” realizzato nel corso del laboratorio “Un cartone al museo” presso il Museo Civico di Palazzo Traversa di Bra ha vinto il primo premio del concorso “OFF” della diciannovesima edizione del "Sottodiciotto Film Festival" di Torino, festival nazionale degli audiovisivi realizzati dai ragazzi. Questa la motivazione dell'assegnazione del premio: “Per l’approccio spontaneo con cui è trattato il tema del viaggio e dell’incontro con il diverso, occasione per un lavoro di gruppo che lascia emergere un senso di leggerezza nello sguardo sul mondo”.

Il corto, realizzato dall’associazione “La scatola gialla”, che da vari anni cura il laboratorio “Un cartone al Museo” al Museo di Palazzo Traversa di Bra, è il frutto del lavoro di un gruppo di ragazzi nel corso di una settimana estiva a tempo pieno, durante la quale il tema scelto di volta in volta viene approfondito e poi rielaborato attraverso il linguaggio del film d’animazione. I ragazzi, guidati dalla regista Elena Valsania, realizzano i disegni, le animazioni e le voci. Quest’anno l’ispirazione è nata dalla visita alla mostra “La via della seta” presso il MAO, Museo d’Arte Orientale di Torino. La sonorizzazione è stata creata in collaborazione con La Fabbrica dei suoni.


La storia racconta le avventure di un topolino che parte lungo la Via della Seta, crocevia di culture, popoli e religioni, per raggiungere la Cina, appena in tempo per i festeggiamenti dell’anno del topo.


“Un cartone al museo” verrà riproposto quest’estate dall’11 al 15 giugno ed è già visualizzabile sul profilo You Tube del Comune di Bra. "Si tratta di un’occasione unica per appropriarsi di un linguaggio (quello dell’audiovisivo) che vede solitamente bambini e ragazzi meri fruitori passivi - spiegano il sindaco Bruna Sibille e l'assessore alla Cultura Fabio Bailo, insieme alla regista Elena Valsania e alla direttrice del museo Giovanna Cravero -. Partecipare alla realizzazione di un cortometraggio, oltre a dare spazio alla creatività, permette di acquisire una maggiore consapevolezza di fronte ai messaggi del cinema, della televisione e di youtube. Il fatto che poi il laboratorio si svolga all’interno di un Museo è un modo per far sentire proprio il patrimonio culturale del territorio, aiutare i ragazzi a conoscerlo, amarlo e rispettarlo".

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium