/ Scuole e corsi

Scuole e corsi | 19 marzo 2018, 19:26

Le tre terze dell'Itis in viaggio di istruzione in Etruria

Riceviamo e pubblichiamo

Le tre terze dell'Itis in viaggio di istruzione in Etruria

Nella settimana tra il 12 e 15 marzo 2018 le classi 3°A DOM, 3°B DOM, 3°A INF,3°ROB, 3°A CHI e 3°B CHI hanno partecipato al “tour” di 4 giorni tra la Toscana e il Lazio per immergersi nei paesaggi e monumenti di origine etrusca.

Nella prima giornata di viaggio i ragazzi hanno raggiunto la antica città etrusca di Vulci, situata nella Maremma Laziale in provincia di Viterbo, considerata una delle più grandi città-stato dell’Etruria per il suo enorme sviluppo marinaro e commerciale.

Durante la seconda giornata le classi sono andate nella città di Tarquinia a visitare la necropoli etrusca dei Monterozzi in cui ci sono affreschi che rappresentano il più cospicuo nucleo pittorico a noi giunto di arte etrusca e al tempo stesso il più ampio documento di tutta la pittura antica prima dell'età imperiale romana. Nel primo pomeriggio hanno poi visitato il centro storico della suggestiva città di Tuscania, ricca di chiese e monumenti storici.

La tappa più particolare del viaggio è stato visitare la artistica città di Tarquinia, ma soprattutto vedere il pauroso museo delle torture che ha fatto incuriosire moltissimi alunni.

Al pomeriggio, graditissima è stata la visita di San Giminiano, borgo medioevale dichiarato dall'UNESCO Patrimonio dell'umanità.

Alla fine, come ciliegina sulla torta, le terze sono andate nella bellissima e affascinante città di Firenze a vedere i monumenti più importanti, ma quello che hanno visitato in modo più approfondito è stato il Palazzo Vecchio, considerato la migliore sintesi dell'architettura civile trecentesca cittadina e uno dei palazzi civici più conosciuti nel mondo.

Firenze però è conosciuta anche per lo shopping e qui i ragazzi durante l’ultimo pomeriggio di questo meraviglioso viaggio sono andati a far compere nel Mercatino di San Lorenzo.

Sia gli allievi, ma anche gli insegnanti, hanno trascorso quattro giorni piacevoli, ma allo stesso tempo molto formativi dal punto di vista culturale e storico.


Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium