/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | martedì 20 marzo 2018, 22:02

Via al concorso "Dardanello Giovani": piccoli giornalisti sportivi da tutta Italia pronti a raccontare il "loro Giro"

Paolo Cornero: "Abbiamo compiuto un altro importante passo nel segno del maestro Dardanello, e delle grandi passioni che hanno caratterizzato la sua vita"

Via al concorso "Dardanello Giovani": piccoli giornalisti sportivi da tutta Italia pronti a raccontare il "loro Giro"

Abbiategrasso - Prato Nevoso, diciottesima tappa del Giro d’Italia numero centouno, in programma giovedì 24 maggio. Il grande ciclismo torna nella “Granda”e il cuneese è pronto a tingersi di rosa. Grande l’attesa per l’arrivo della carovana, che verrà accompagnata da tante iniziative collaterali.

Non poteva mancare, in questo contesto, l’impegno dell’associazione culturale “Piero Dardanello”, da sempre amica dello sport e del giornalismo, veri e propri simboli della storica “corsa rosa”. Proprio in occasione del ritorno in provincia di Cuneo della corsa ciclistica simbolo del nostro Paese, l’associazione “Dardanello”, in collaborazione con “Rcs Sport”, società che organizza il Giro d’Italia, lancia, infatti ,il concorso giornalistico“Dardanello Giovani -Il mio Giro”, evento destinato ad aprire una nuova stagione dell’ormai consolidato premio “Piero Dardanello”.

«Si tratta del primo vero concorso bandito dall’associazione - spiega il presidente del sodalizio, Sandro Dardanello - e abbiamo voluto dedicarlo ai giovani, perché è a loro che guarda, fin dalla sua costituzione, la nostra realtà. Si apre una nuova era del premio in memoria di mio fratello Piero; un premio che, a partire da quest’anno, inaugura la nuova sezione del “Dardanello Giovani”.»

Un’iniziativa di ampio respiro, che si rivolge ai giovani dell’intera Penisola, ma che, ancora una volta, consolida il legame dell’associazione con il territorio della “Granda”: una speciale categoria di concorso sarà riservata agli studenti del Cuneese, con un riconoscimento importante anche per l’Istituto scolastico del vincitore. A rendere possibile il concorso, la preziosa disponibilità di “Rcs Sport”, ente organizzatore del Giro d’Italia, che premierà i vincitori in occasione dell’arrivo del 24 maggio a Prato Nevoso, sullo stesso podio dei campioni delle due ruote.

«È prima di tutto all’ufficio marketing di “Rcs Sport”, fin da subito sensibile alla tematica, che va il nostro ringraziamento - dichiara il vicepresidente dell’associazione “Dardanello”, Paolo Cornero - ma un grazie deve anche giungere ai membri illustri della giuria del “Dardanello Giovani - Il mio Giro”, a cominciare dal vicedirettore de “La Gazzetta dello Sport”, Pier Bergonzi, per arrivare fino a Paolo De Paola (direttore di “Tuttosport”), Roberto Beccantini (presidente onorario della giuria del premio “Dardanello”) e Raffaele Sasso (presidente del Collegio dei Revisori dei conti dell’Ordine dei Giornalisti del Piemonte). L’associazione ha compiuto un altro importante passo nel segno del suo maestro, Piero Dardanello, e delle grandi passioni che hanno caratterizzato la vita di Piero: il giornalismo autentico e lo sport pulito.»

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore