/ Eventi

Eventi | 20 marzo 2018, 12:20

Uno spazio immerso nel verde per i grandi concerti di Collisioni, che resta a Barolo

Territorio e istituzioni hanno infatti confermato il pieno appoggio al festival, unico nel suo genere proprio per il suo legame con le eccellenze e la bellezza delle colline Unesco

Uno spazio immerso nel verde per i grandi concerti di Collisioni, che resta a Barolo

L'annuncio della presenza di STEVEN TYLER, il front-man degli Aerosmith, a Collisioni 2018, è stata anche l'occasione per mettere a tacere le tante parole che, nei giorni scorsi, hanno investito il festival e soprattutto la location, Barolo.

L'artista, atteso il prossimo 24 luglio, è ciò che di meglio si poteva avere per inaugurare la nuova Area concerti di Barolo. Collisioni e il Comune sono pronti a rilanciare, grazie anche alla vicinanza e all'affetto dimostrati dal territorio nelle scorse settimane. 

"Oggi è un bellissimo giorno per Collisioni e Barolo" dicono gli organizzatori del festival. "La conferma dell'ultimo grande artista internazionale su cui stiamo lavorando da novembre e che davvero non pensavamo ci avrebbe mai detto di sì.  Quale migliore occasione per dare il via ai ragionamenti per la nuova aerea che immaginarci insieme immersi tra le vigne ad ascoltare brani intramontabili come Sweet Emotion o I don't want to miss a thing, con la gioia di essere rimasti a casa, sorseggiando Barolo? Un grazie di cuore va rivolto a tutto il territorio che nei giorni scorsi ha fatto sentire la propria voce, e ha dimostrato dopo il nostro appello di volerci aiutare a pianificare uno sforzo concreto affinché questo non sia il decimo anno per Collisioni, ma il primo di altri 10, magari 20. Vogliamo ringraziare in modo particolare l'Assessorato al Turismo e alla Cultura della Regione Piemonte, il Comune di Barolo, le Fondazioni CRC e CRT che fin dall’inizio hanno reso possibile la nascita del festival Agrirock in Piemonte e anche in questo momento critico non ci hanno abbandonato. Con la speranza che altri enti e realtà del territorio seguano questo esempio e ci consentano di dare il massimo per questo nuovo progetto".   

"Abbiamo da sempre sostenuto Collisioni, che negli anni ha consolidato a Barolo una formula vincente, capace non solo di unire musica e letteratura con ospiti di grande rilievo nazionale ed internazionale, ma di essere anche un volano di valorizzazione per il nostro sistema turistico ed enogastronomico - dichiara Antonella Parigi, assessore alla cultura e al turismo della Regione Piemonte -  Certi del valore di questa iniziativa e delle ricadute positive che ha avuto e che potrà avere per il territorio, siamo quindi lieti di poter contribuire, insieme al Comune di Barolo e alle altre istituzioni, allo sviluppo di un nuovo spazio che, inserendosi in modo sostenibile all'interno del paesaggio di quest'area, possa non solo ospitare i concerti nei giorni del festival ma anche favorire lo sviluppo di altre progettualità ed eventi".   

Aggiunge Renata Bianco, sindaco di Barolo: “Dopo l’esordio a Novello, dal 2012 Barolo e il territorio hanno investito sul festival Collisioni caratterizzandolo come il connubio più innovativo tra la cultura, la musica e l’enogastronomia. Le nuove direttive in materia di sicurezza hanno ridotto la capienza della piazza ospitante i concerti di fama internazionale. A seguito di queste limitazioni, al fine di poter preservare il festival a Barolo, l’Amministrazione Comunale ha individuato un’area idonea alle nuove esigenze, acquistata negli anni ‘80, già destinata a campo sportivo e ora di fatto inutilizzata. D’intesa con l’associazione Collisioni si è presentata la nuova soluzione alla Regione Piemonte - Assessorato al Turismo e alla Cultura, Ente Turismo, Fondazioni CRC e CRT che da sempre hanno creduto nel festival, ricevendone un sostegno convinto. La nuova ipotesi mantiene nelle piazze di Barolo gli incontri e gli avvenimenti tipici del sabato e della domenica; soltanto i concerti si sposteranno ai piedi dell’abitato nella nuova location, che verrà opportunamente allestita nel pieno rispetto dell’ambiente circostante, proseguendo l’opera di valorizzazione della nostra terra.”  

“L’obiettivo comune è garantire che una manifestazione come Collisioni possa rimanere in Italia, in Piemonte e nello specifico a Barolo. Proprio il legame, cresciuto nel tempo, tra il festival, la città di Barolo e il magnifico territorio circostante rappresenta un marchio oggi conosciuto a livello internazionale: un’occasione unica di promozione e visibilità per la provincia di Cuneo e per l’intero Piemonte, con rilevanti ricadute positive in termini di creazione di valore. Un recente studio di valutazione di impatto predisposto dalla Fondazione CRT lo rileva chiaramente”, dichiarano Giovanni Quaglia, Presidente dell’Associazione delle 12 Fondazioni di Origine bancaria del Piemonte e della Fondazione CRT, e Giandomenico Genta, Presidente della Fondazione CRC.

Il nuovo spazio, ai piedi di Barolo, è immerso nel verde delle sue maestose vigne. Uno spazio che consentirà di ospitare i grandi eventi estivi in programma a Collisioni nel pieno rispetto delle nuove normative di sicurezza, evitando il senso di troppo affollamento, scarsa visibilità e gli altri disagi che da tempo lamentavano gli spettatori di Collisioni. Inoltre la presenza della nuova area consentirà al festival di poter cogliere opportunità anche al di fuori del weekend storico di Collisioni, dando nuovi sviluppi turistici ed economici al territorio. Questo concerto è un chiaro esempio di quali occasioni si apriranno nei prossimi anni grazie alla nuova area concerti di Barolo.  

rg

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium