/ Economia

Economia | 21 marzo 2018, 18:29

Cambio divisa per gli infermieri del Santa Croce: dopo l’accordo, la Cisl rinuncia alla causa

Ai lavoratori interessati dal cambio divisa viene riconosciuta una quota fissa di 22 euro mensili a partire dal 1 gennaio 2018

L'ospedale Santa Croce

L'ospedale Santa Croce

Questa mattina, 21 marzo, dinnanzi al Giudice del lavoro del Tribunale di Cuneo l'infermiere, nonché rappresentante sindacale della Cisl funzione pubblica di Cuneo, Simone Rosso (assistito dall’avvocato Clelia Imberti) e l'Azienda ospedaliera Santa Croce e Carle di Cuneo hanno formalizzato la rinuncia al giudizio instaurato dal lavoratore per il riconoscimento del cosiddetto “Tempo divisa”.

A seguito del ricorso di Simone Rosso, l’Azienda ha infatti accettato di giungere ad un accordo sindacale - siglato nello scorso mese di novembre - che ha previsto il riconoscimento del “Tempo divisa” per tutti gli infermieri dell'Azienda ospedaliera cuneese.

Nello specifico, ai lavoratori interessati dal cambio divisa viene riconosciuta una quota fissa di 22 euro mensili a partire dal 1 gennaio 2018 e per i dipendenti non turnisti viene riconosciuto un minutaggio aggiuntivo di 7 minuti per ciascun giorno effettivo di lavoro.

Tutti i lavoratori che indossano la divisa hanno ricevuto in busta paga nel mese di febbraio la somma di 300 euro come una tantum.

Le parti hanno dunque consensualmente rinunciato al giudizio.

La Cisl funzione pubblica di Cuneo è soddisfatta dell'accordo sindacale raggiunto, “uno dei primi in Italia a prevedere la monetizzazione dei minuti impiegati da coloro che sono tenuti ad indossare la 'divisa' fornita dal datore di lavoro”.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium