/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | 24 marzo 2018, 16:35

Cuneo, tutti assolti soci e amministratori di una palestra a processo per falso e appropriazione indebita

Una ex socia li aveva denunciati per presunte irregolarità nella gestione della palestra

Cuneo, tutti assolti soci e amministratori di una palestra a processo per falso e appropriazione indebita

Sono stati tutti assolti con formula piena C.C., F.B.,G.D., M.G. e S.B., soci e amministratori a processo per presunte irregolarità nella gestione di una società sportiva cuneese. Le accuse erano di falso in scrittura privata, riempimento abusivo di foglio firmato in bianco e appropriazione indebita continuata.

Il consulente della difesa dell’avvocato Sergio Pasi ha fatto chiarezza sui conti della società sportiva per il periodo finito sotto l’esame del giudice.

La denuncia era partita da una ex socia fondatrice, che aveva contribuito alla costituzione della società sportiva partecipando al capitale per mille euro e con la sottoscrizione di un finanziamento di 100 mila euro. Secondo la Procura gli imputati lo avrebbero modificato trasformandolo in contributo conto capitale a fondo perduto e, utilizzando fogli firmati in bianco, avrebbero falsamente attestato la sua presenza durante la presunta delibera presa dal consiglio di amministrazione.

L’ex socia, costituita parte civile, aveva raccontato che solo dopo pochi mesi dalla apertura aveva iniziato a sospettare che qualcosa non andasse. Aveva lasciato nell'ottobre 2012, nutrendo dubbi anche su presunti prelievi di cassa poco chiari. La Guardia di Finanza aveva inoltre riscontrato un’altra anomalia: i pagamenti di canoni d'affitto della palestra alla sas di C.C. e G.D che locava gli spazi considerati stranamente alti, e in alcuni casi finiti sul conto bancario di G.D., di cui solo in parte stornati.

Monica Bruna

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium