/ Politica

Che tempo fa

Cerca nel web

Politica | 24 marzo 2018, 15:27

I commenti a caldo dei parlamentari cuneesi all’elezioni dei Presidenti di Camera e Senato

Roberto Fico, del Movimento 5 Stelle, e Maria Elisabetta Alberti Casellati, di Forza Italia sono stati eletti dopo un accordo intercorso tra Movimento 5 Stelle, Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia

Maria Elisabetta Alberti Casellati in mezzo a Marco Perosino e Giorgio Bergesio

Maria Elisabetta Alberti Casellati in mezzo a Marco Perosino e Giorgio Bergesio

Dopo un esordio un po’ burrascoso, sono stati eletti questa mattina i due nuovi presidenti di Camera e Senato: sono rispettivamente Roberto Fico, del Movimento 5 Stelle, e Maria Elisabetta Alberti Casellati, di Forza Italia.

Sono stati eletti dopo un accordo intercorso tra Movimento 5 Stelle, Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia.

La loro elezione è arrivata dopo la giornata di ieri in cui la tensione tra Forza Italia, Lega e Movimento 5 Stelle era arrivata a livelli di guardia.

Silvio Berlusconi si era inizialmente imputato sul nome di Paolo Romani, ma questa mattina è stato costretto a cambiare candidato e a proporre Casellati.

La sensazione è che questo voto possa rendere più agevole il percorso di un accordo di governo tra 5 Stelle e centrodestra, ma è presto per fare previsioni: la partita inizierà solo la prossima settimana.

Gongola il senatore leghista cuneese Giorgio Bergesio: “Come ben ha ribadito il nostro segretario Matteo Salvini siamo stati veloci, concreti e coerenti. E’ la prima volta nella storia della Repubblica che una donna viene chiamata alla seconda carica dello Stato e questo è un altro bel segnale al Paese. Il prossimo obiettivo – aggiunge Bergesio – è ora far nascere un governo che abbia un programma chiaro e rispettoso del voto: prima gli italiani e le loro priorità. Nessuno abbia timori – conclude il senatore – il centrodestra resterà unito sempre: a Roma come a Cuneo. Stiamo lavorando, seguendo le indicazioni di Salvini, per dare un esecutivo al Paese in questa direzione”.

Stessa soddisfazione per Marco Perosino: "Risultato ottimo per Forza Italia.  Si tratta di persona veramente competente ed equilibrata.  Per il governo ancora tutto da decidere, anche se i contatti sono molto intensi".

Flavio Gastaldi, il giovane Deputato originario di Genola al proprio debutto assoluto a Montecitorio: "L'esito delle votazioni che hanno permesso a Camera e Senato di avere in tempi rapidi i nuovi Presidenti è la conferma di come il metodo seguito dalla Lega e dal Segretario Matteo Salvini sia finalizzato a garantire l'unità della coalizione di centrodestra e a trovare in Parlamento, in modo chiaro e trasparente, i numeri necessari alle sfide del Paese. Grazie al risultato di oggi, può iniziare da subito la fase per la formazione di un nuovo Governo che sia finalmente davvero in grado di rispondere alle emergenze italiane e dei nostri territori, nel rispetto del mandato che abbiamo ricevuto dagli Elettori per un centrodestra maggioritario e per un ruolo da regista del nostro leader Salvini".

Fortemente critico, ovviamente, il giudizio del collega Mino Taricco del Pd: “Adesso è certificato –commenta a caldo sul suo profilo social - che in questo Paese per i "duri e puri sempre" le preclusioni ed i giudizi perentori nella loro definitività dipendono dalla sedia su cui sono seduti. Alla fine Forza Italia alla Camera ha votato 5Stelle, e al Senato i 5Stelle hanno votato la fedelissima di Berlusconi. Prima si chiamava inciucio, adesso, con regia di Salvini, è responsabilità”.

Enrico Costa, da Montecitorio, rivolge un’esortazione al neopresidente Fico: "Ho apprezzato la sua volontà di contribuire a semplificare la legislazione: adesso si impegni fattivamente affinché in questa legislatura le leggi abrogate siano più di quelle approvate. 120.000 leggi vigenti nel nostro Paese – afferma il parlamentare monregalese - rendono lo Stato lento e macchinoso e complicano la vita a cittadini ed imprese: ridurne il numero è fondamentale".

Scelta non condivisa da Chiara Gribaudo del PD: "Visto che centrodestra e 5 Stelle si sono trovati così bene nell’accordo sulle presidenze di Camera e Senato come PD abbiamo deciso di indicare due nomi unitari, e sono felice che sia stata dimostrata la nostra coesione e compattezza. Con la stessa coesione ci eravamo resi disponibili all’elezione di due Presidenti che fossero figure di garanzia istituzionale, ma è stato scelto un metodo diverso, di spartizione delle cariche, che non abbiamo condiviso.
Bene però che si sia fatta chiarezza: il Movimento 5 Stelle ha accettato di votare un presidente di Forza Italia al Senato e viceversa il centrodestra ha votato un pentastellato alla Camera. Una reciproca disponibilità che la dice lunga sulla demagogia degli ultimi anni. Faccio in ogni caso i miei auguri e le mie congratulazioni a Roberto Fico e Elisabetta Casellati, che guideranno rispettivamente Camera e Senato nella XVIII legislatura. Il Partito Democratico continuerà a lavorare perché queste Aule siano luoghi di confronto sano, proficuo e democratico, sostenendo il lavoro delle Presidenze nell’arduo compito di coordinare la legislazione del nostro Paese".

Giampaolo Testa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium