/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Frazione Diano Serreta, a soli 3,5 km dalle spiagge in splendida posizione con vista mare, vendesi casa...

Terranova bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili due maschi solo amanti razza. Nati 16...

Da ristrutturare, su due piani con cantina interrata, portico annesso e garage esterno a parte, con terreno annesso di...

Affittasi trilocale 4/6 posti letto in Residence Blue Marine. Uso degli impianti sportivi piscina tennis bocce palestra...

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | domenica 15 aprile 2018, 18:15

Cuneo si prepara al consiglio comunale: ampio spazio alla viabilità tra Francia, Liguria e provincia Granda

Nelle serate di lunedì 16 e martedì 17 aprile si discuteranno due interpellanze e un ordine del giorno sulla questione

Foto generica

Sono in totale tre le discussioni concernenti la viabilità di confine tra Francia e Italia che avranno luogo all'interno del prossimo consiglio comunale di Cuneo, convocato nelle serate di lunedì 16 e martedì 17 aprile: per la precisione due interpellanze e un ordine del giorno.

La prima delle due interpellanze avrà la firma del gruppo Cuneo per i Beni Comuni e tratterà in generale il tema della disattesa riapertura della linea ferroviaria Cuneo-Nizza nella giornata del 1° maggio prossimo, con l'obiettivo di sapere se l'amministrazione intende allertare in merito l'intera opinione pubblica e tutti gli attori eventualmente interessati in un'ampia mobilitazione di protesta (come era già avvenuto precedentemente nel 1979 e nel 2013); la seconda, invece, è stata presentata dalla lista Grande Cuneo Menardi Sindaco e prende le mosse dal discioglimento del comitato di monitoraggio sul raddoppio del Tenda Bis chiedendo al sindaco (garante del comitato stesso) le ragioni dietro questa decisione e quale sarà il suo impegno per risolvere i problemi della viabilità provinciale.

L'ordine del giorno, infine, si presenta come ben più complesso e presentato dall'assessore Mauro Mantelli.

Considerata l'intera situazione della viabilità che coinvolge la provincia Granda, la Francia e la Liguria e le tante criticità rilevate, si chiede infatti l'autorizzazione del consiglio comunale a sottoscrivere un documento che solleciti le autorità regionali e nazionali alla loro risoluzione, nell'ottica di non lasciar cadere nel vuoto l'offerta turistica interregionale.

Argomento sempre "caldo" in ogni assise, la viabilità, di questo si può esser sicuri. Anche (e soprattutto) quando entrano in gioco rapporti interregionali e internazionali.

s.g.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore