/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Nel borgo marinaro di Gioiosa Marea e a pochi passi dal mare, pittoresca recentemente ristrutturata. La casa, dotata...

Frazione Diano Serreta, a soli 3,5 km dalle spiagge in splendida posizione con vista mare, vendesi casa...

Terranova bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili due maschi solo amanti razza. Nati 16...

Da ristrutturare, su due piani con cantina interrata, portico annesso e garage esterno a parte, con terreno annesso di...

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | domenica 15 aprile 2018, 13:33

“No alla guerra”: a Cuneo un presidio spontaneo per la pace (FOTO E VIDEO)

Decine e decine di cuneesi hanno sottoscritto una lettera che richiama il presidente della Provincia Borgna a interpellare Mattarella affinché venga rispettato l'articolo 11 della Costituzione Italiana

Cittadini e amministratori si sono riuniti in piazza Europa a Cuneo per un presidio spontaneo contro la guerra. L'evento è stato organizzato questa mattina, domenica 15 aprile.

Guarda l'intervista a Gianni Rinaudo del sodalizio "Spiriti Liberi":

Hanno aderito al Presidio Spontaneo in maniera trasversale, cittadini e cittadine,  associazioni e forze politiche: Sodalizio www.spiriti-liberi.it, Stop al Consumo di Territorio, Canale Ecologia, M5s Alba Ivano Martinetti, M5s Bra Claudio Allasia, Fabrizio Biolè Sindaco di Gaiola, Gino Scarsi di Canale, Ugo Sturlese consigliere comunale di Cuneo; Piermario Giordano consigliere comunale di Borgo San Dalmazzo della Lega; Mauro Campo consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, Sebastiano Sampò ARASIS di Mondovì, M5s Cuneo, Angelo Mallamaci Italia Nostra Bra, Giorgio Ferraris Sindaco di Ormea, Giulio Ambroggio Sindaco di Savigliano, Antonello Portera consigliere comunale di Savigliano - M5s, Associazione Tatawelo APS, Filctem Cgil Cuneo.

Nell'occasione decine e decine di cuneesi hanno sottoscritto una lettera che richiama il presidente della Provincia Federico Borgna a interpellare Mattarella affinché venga rispettato l'articolo 11 della Costituzione Italiana.

Questo il testo della lettera.

"Oggi, Domenica 15 Aprile 2018, i cittadini e le cittadine presenti ed aderenti manifestare contro la guerra in Medio Oriente, e tutte le guerre, chiedono con Presidio Spontaneo per viva voce: dalla nostra Provincia si comunichi al Presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella, che l'Italia deve perseguire tutte le azioni possibili per far tacere le armi, ogni tipo di armi, e i conflitti tra i popoli si risolvano solo con il dialogo e la diplomazia. Questa nostra richiesta si fonda in particolare sulla nostra Carta Costituzionale che recita all'art.11 dei Principi Fondamentali: "L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo”.

Cristina Mazzariello

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore