/ Curiosità

Curiosità | 15 aprile 2018, 07:12

Bottari Lattes Grinzane, ecco i finalisti: “Un autentico giro del mondo”

Annunciati a Cuneo, sono gli scrittori Yu Hua, Andreï Makine, Michele Mari, Viet Thanh Nguyen e Madeleine Thien. Premiazione il 20 ottobre. Tra le giurie scolastiche anche un istituto di Atene

Bottari Lattes Grinzane, ecco i finalisti: “Un autentico giro del mondo”

Sono stati svelati al pubblico i cinque finalisti del Premio Bottari Lattes Grinzane 2018, nella sede della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo.

Il riconoscimento, erede di una storia prestigiosa e travagliata, premierà il miglior romanzo tra “Il settimo giorno” di Yu Hua, “L’arcipelago della nuova vita” di Andreï Makine, “Leggenda privata” di Michele Mari, “I rifugiati” di Viet Thanh Nguyen e “Non dite che non abbiamo niente” di Madeleine Thien. Si tratta della cinquina della sezione “Il Germoglio”, che è dedicato ai migliori libri di narrativa pubblicati nell’ultimo anno, aperto a scrittori italiani e stranieri.

La proposta di quest’anno – è il commento arrivato dalla Giuria tecnica del Premio, presieduta da Gian Luigi Beccariaè stata un autentico giro del mondo, con un’attenzione particolare, tranne un’importante eccezione italiana, alle aree lontane, dalla Siberia alla Cina al Sud-est asiatico, con un contrastato e sfaccettato rapporto tra natura e civiltà.

Presieduta da Paolo Verri, direttore di Matera Capitale Europea della Cultura 2019, la cerimonia di designazione è stata condotta dalla giornalista Rai Chiara Pottini, alla presenza di un pubblico composto soprattutto da giovani. Adolfo Ivaldi, presidente della Fondazione Bottari Lattes, ha poi annunciato le prossime iniziative collaterali al Premio.

Il prossimo appuntamento è il 18 maggio a Napoli, nel quartiere Scampia, con un reading-incontro tratto dal libro “È così lieve il tuo bacio sulla fronte” di Caterina Chinnici, figlia dell’ideatore del pool antimafia, Rocco. L’evento si terrà all’istituto alberghiero “Vittorio Veneto” e saràà moderato dal libraio Rosario Esposito, alla presenza degli attori Cristiana Dell’Anna e Paolo Giangrasso. Quali sono, però, le prossime tappe? Ora la parola passa ai giovani delle scuole. 400 studenti, suddivisi in 25 giurie scolastiche, leggeranno e discuteranno i libri tra aprile e giugno. La curiosità è che una di queste giurie scolastica raccoglie gli studenti della Scuola Italiana Statale di Atene.

Sabato 20 ottobre, poi, gli studenti, riuniti al Castello di Grinzane Cavour, esprimeranno il vincitore in diretta, cui andranno 5000 euro (gli altri quattro finalisti, invece, riceveranno 2500 euro). Il giorno prima, intanto, la Giuria tecnica della sezione La Quercia sceglierà un autore internazionale che, nel corso del tempo, si sia dimostrato meritevole di un condiviso apprezzamento di critica e pubblico.

Il premiato terrà una lectio magistralis su un tema letterario a propria scelta.

redazione TorinOggi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium