/ Cuneo e valli

Spazio Annunci della tua città

Frazione Diano Serreta, a soli 3,5 km dalle spiagge in splendida posizione con vista mare, vendesi casa...

Terranova bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili due maschi solo amanti razza. Nati 16...

Da ristrutturare, su due piani con cantina interrata, portico annesso e garage esterno a parte, con terreno annesso di...

Affittasi trilocale 4/6 posti letto in Residence Blue Marine. Uso degli impianti sportivi piscina tennis bocce palestra...

Che tempo fa

Cerca nel web

Cuneo e valli | lunedì 16 aprile 2018, 06:00

Noi agli insegnanti davamo del Lei

Io non so quali siano le ragioni del proliferare degli episodi di violenza nei confronti dei professori, ma sono convinto che alla base ci sia una totale perdita del senso dell’ autorità.

Sono stato all’ istituto commerciale Russell-Moro di Torino dove, nei giorni scorsi, un insegnante è stato malmenato e mandato in ospedale dai compari di un genitore chiamato dal figlio perché rimproverato da quel professore. Al di là delle vicende di cronaca che verranno chiarite dalla magistratura, quel che mi ha colpito è stato sentire parecchi ragazzi che davano del “tu” ai docenti. Sono quasi allibito. Noi non ci saremmo mai permessi, noi davamo loro del “lei” e, quando entravano in classe, ci alzavamo in piedi.

Io non so quali siano le ragioni del proliferare degli episodi di violenza nei confronti dei professori, ma sono convinto che alla base ci sia una totale perdita del senso dell’ autorità.

A cominciare proprio dai docenti che vogliono essere amici degli studenti e quindi, spesso, perdono quel ruolo autorevole di educatori che spetterebbe loro.

Per non parlare dei genitori che sono degli autentici fans dei propri figli. Quando mio padre andava ai colloqui con i professori, io sapevo che avrei passato ore piuttosto brutte, e ci sarebbe scappato pure qualche ceffone. Gli insegnanti avevano sempre ragione, e io sempre torto. A prescindere.

Forse eccessivo, ma adesso l’ eccesso è dall’ altra parte. Senza tener conto delle violenze fisiche, sapete quante denunce arrivano ai tribunali amministrativi contro presunti errori dei docenti? Una quantità inverosimile. I figli hanno sempre ragione? Non credo proprio. In ogni caso, così facendo si perde il senso dell’ autorità. E ragazzi che crescono senza  il dovere e il rispetto per chi è sopra di loro, saranno adulti deboli e incivili.  

Beppe Gandolfo

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore