/ Saluzzese

Che tempo fa

Cerca nel web

Saluzzese | lunedì 16 aprile 2018, 11:03

Consegnato il materiale per i volontari della Protezione Civile della Valle Varaita

Da parte dell’Unione Montana con contributo della Regione. Ha interessato i Gruppi dei Comuni di Costigliole Saluzzo, Piasco, Rossana, Venasca e Unità di Base dell’A.I.B. della Valle

Consegnato il materiale per i volontari della Protezione Civile della Valle Varaita

Giovedì scorso si è proceduto, presso la sede dell’Unione Montana Valle Varaita di Frassino, alla consegna ai Gruppi di Protezione Civile dei Comuni di Costigliole Saluzzo, Piasco, Rossana, Venasca e Unità di Base dell’A.I.B. della Valle Varaita del materiale per il personale volontario addetto dei vari gruppi, acquistato dall’Unione stessa con il contributo determinante concesso dalla Regione Piemonte nel corso del 2016 per un ammontare di 9.842 euro, pari al 70% della spesa totale, e in parte cofinanziato dall’Unione stessa e dai Comuni della Valle per un importo di 5.500 euro.

Si tratta di dispositivi di protezione individuale quali caschi, lampade frontali, scarponi, gambali anti-taglio, guanti, stivali cappotti antipioggia, estremamente utili e necessari per consentire ai volontari di operare in piena sicurezza in situazioni di emergenza

La spesa complessiva sostenuta dall’Unione Montana Valle Variata per l’acquisto del materiale dalla ditta Galaxi di  Gattinara è stata di  14.028 euro.  

 “Con la distribuzione del materiale ai volontari di Protezione Civile e Gruppo A.I.B. – afferma il presidente dell’Unione Montana Valle Varaita, Silvano Dovetta -, si dà una risposta e si valorizza l’importantissimo lavoro svolto in modo silenzioso e costante da tutti i gruppi per la tutela del nostro Territorio Montano, molto bello ma allo stesso tempo fragile e soggetto a danni a volte anche importanti causati dal maltempo, se non costantemente controllato e mantenuto. Voglio sottolineare ancora una volta la grande importanza di avere a disposizione squadre e gruppi di volontari che con il loro prodigarsi salvaguardano il territorio, e che si spera possano essere di esempio  per le generazioni future affinché si continui a preservare l’habitat in cui viviamo per il bene comune di tutta la valle”.

R.T.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore