/ Scuole e corsi

Spazio Annunci della tua città

In ottime condizioni! Includo bauletto e 2 caschi taglia M e S. Visibile a Pinerolo. Per info contattatemi al n....

Affittasi trilocale 4/6 posti letto in Residence Blue Marine. Uso degli impianti sportivi piscina tennis bocce palestra...

Km reali iscritta ASI con CRS (possibilita` di pagare meno di assicurazione e dal 2020 tariffa ridotta anche sul bollo)...

(IM) vicinissimo piazza del mercato ampio monolocale mq 35 luminoso con parete mobile per separare zona cucina/notte,...

Che tempo fa

Cerca nel web

Scuole e corsi | lunedì 16 aprile 2018, 16:32

A Cuneo la finale del Premio Eloquenza del Lions Club

I vincitori: Annapia Bolognino e Lorenzo Forano del liceo “Peano-Pellico” e Viola Talini del liceo “De Amicis”

Sabato 14 aprile 2018, su iniziativa del Lions Club Cuneo e con il patrocinio del Comune e della Provincia, si è svolta la finale cittadina del Premio Eloquenza 2018.

Nella splendida cornice del Salone d’Onore, autentico gioiello del Palazzo municipale, si sono esibiti sette candidati, i primi classificati nella fase selettiva, realizzata presso il Liceo “Peano-Pellico” di Cuneo nelle giornate del 13 e del 14 marzo 2018.

I lavori sono stati introdotti dal referente Lion dell’Eloquenza, Michele Girardo, che ha presentato il concorso nel suo retroterra storico e nelle valenze etiche, sociali e culturali che ne stanno alla base e lo elevano a importante service puntualmente riproposto in ogni Anno Sociale.

Si è poi soffermato sulla tematica assegnata, incentrata su un significativo e prezioso monito di Carlo Cattaneo, “Avremo pace vera, quando avremo li Stati Uniti d’Europa”.

In merito, ha brevemente contestualizzato il messaggio del politico lombardo negli accadimenti storici e nel clima politico-risorgimentale dell’Ottocento, soffermandosi, in seguito, sugli sviluppi di tale istanza nel XX secolo e sulla tavola di valori che stanno alla base dell’europeismo contemporaneo, con particolare riferimento alla pace, alla democrazia, alla solidarietà, all’esercizio della cittadinanza attiva e responsabile. Principi, questi, ha infine sottolineato, che compaiono nel codice dell’etica e nella missione del Lions Clubs International.

Hanno fatto seguito i saluti del Sindaco di Cuneo, Federico Borgna, che ha ringraziato il Lions cittadino per l’iniziativa, giudicata assai valida nel suo tessuto valoriale e nella sua ricaduta sulla formazione dei giovani, a cui si richiede, nell’esercizio delle prove concorsuali, di affrontare ed esporre tematiche di alta caratura etica e culturale.

La frase di Carlo Cattaneo – ha precisato – lo dimostra in modo emblematico, perché propone, tra l’altro, il riferimento all’itinerario di pace promosso dall’integrazione europea.

È poi intervenuto Giovanni Costa, Governatore del Distretto 108 Ia3, che ha delineato gli scopi e le attività del Lionismo, sottolineando, tra l’altro, come il Premio Eloquenza si sintonizzi operativamente sulla stessa lunghezza d’onda, in quanto richiede ai concorrenti riflessioni, argomentazioni e allocuzioni su argomenti di elevato profilo etico e culturale, come dimostra la tematica di quest’anno, avente come focus la pace. Il tutto con un’ulteriore finalità, quella di coinvolgere i giovani nella pratica del volontariato e dell’impegno civile, nell’ottica anche del loro auspicabile inserimento nei Leo Club, autentici fiori all’occhiello dell’Associazione lionistica.

Alle ore 9.50, sono iniziate le audizioni, di fronte a una Commissione giudicatrice presieduta dal Governatore e composta da altri cinque membri: tre soci Lion (Cornelio Giuseppe, Girardo Michele e Beppe Sarà), affiancati da Allione Cristina e Chiavero Stefania, in rappresentanza, rispettivamente, della Provincia e del Comune.

Al cospetto di una folta platea, tra cui molti studenti, ha preso il via il percorso eloquenziale. Tutti i concorrenti hanno onorato appieno i requisiti del Concorso, tanto sotto l’aspetto oratorio, quanto su quello contenutistico, argomentativo e riflessivo.

Le allocuzioni pronunciate sono state pertinenti e articolate, nonché supportate da esempi concreti ed efficaci, dimensionati sulla storia del passato e del presente e sui dinamismi dell’integrazione europea, di cui sono state evidenziate le luci e gli obiettivi raggiunti, senza dimenticare i vuoti ancora da colmare.

Molto interessante è risultata la personalizzazione e la “curvatura interpretativa” con cui la tematica è stata sviluppata e presentata alla platea. Al termine delle audizioni, la Commissione si è ritirata e, dopo un attento e meticoloso controllo dei punteggi attribuiti ai vari concorrenti, ha formalizzato le risultanze delle prove. Si è quindi proceduto con la proclamazione dei vincitori da parte del Governatore e la loro premiazione ad opera del Presidente Massimo Aimar.

La terna dei vincitori fa capo ai seguenti studenti: primo posto per Annapia Bolognino, classe 4^ ALFA del Liceo “Peano-Pellico”; secondo posto per Lorenzo Forano, classe 5^ G del Liceo “Peano-Pellico”; terzo posto per Viola Talini, classe 4^ G del Liceo “De Amicis”.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore