/ Solidarietà

Che tempo fa

Cerca nel web

Solidarietà | lunedì 16 aprile 2018, 15:44

"Oltre 5300 pernottamenti in 6 mesi": chiuso il centro di accoglienza gestito dalla Croce Rossa di Cuneo

Aperto dallo scorso 17 ottobre, è stato chiuso ieri 15 aprile. Un lavoro immane per i volontari, come spiega il presidente Paolo Signoretti

"Oltre 5300 pernottamenti in 6 mesi": chiuso il centro di accoglienza gestito dalla Croce Rossa di Cuneo

Aperto dallo scorso 17 ottobre 2017, è stato chiuso ieri 15 aprile, con una proroga di 15 giorni rispetto alla programmazione iniziale, il centro di accoglienza di via Bongioanni 20, gestito dalla Croce Rossa in accordo con il Comune di Cuneo.

Al momento i dati sulle ore di servizio non sono ancora stati resi noti, ma "è stato un lavoro immane - ha spiegato il presidente della Croce Rossa di Cuneo Paolo Signoretti. "Contiamo oltre 5300 pernottamenti perché la stagione è stata particolarmente lunga e fredda".

I posti a disposizione sono 26 per gli uomini e 4 per le donne. Il centro è aperto dalle 20.30 alle 7 della mattina successiva, si accede in ordine di arrivo e, ogni sera, sono 4 i volontari impegnati. Chi non trova posto viene indirizzato verso altre strutture. Come funziona l'accoglienza per la notte? Lo spiega ancora Signoretti: al loro arrivo gli ospiti vengono registrati, viene loro fornito un lenzuolino monouso, possono farsi la doccia e viene loro offerta una bevanda calda con dei biscotti. Verso le 22.30, due volontari iniziano il giro di alcuni bar del centro di Cuneo: raccolgono l'invenduto, che viene poi utilizzato per la colazione della mattina successiva.

Una macchina rodata e che funziona bene ormai da anni. La provenienza degli ospiti della struttura è, da sempre, estremamente variegata

Un bilancio di questa lunga stagione? "E' stata, come sempre, un'esperienza positiva. Sembra retorico dirlo, ma è la verita: riceviamo molto più di quello che riceviamo. Non è nostro compito, ma cerchiamo di dare una mano a chi viene a dormire, dando risposte o comunque indicazioni per qualunque esigenza: medica, sanitaria e burocratica".

Barbara Simonelli

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore