/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 18 aprile 2018, 10:30

Villar San Costanzo: i forestali della Regione hanno sistemato il sentiero dei Ciciu

Alberto Valmaggia: "Un lavoro importante che ha rimesso a posto un’area molto frequentata dai turisti"

Villar San Costanzo: i forestali della Regione hanno sistemato il sentiero dei Ciciu

La Riserva dei Ciciu del Villar è un’area naturalistica e storica di grande pregio presente nel territorio del Comune di Villar San Costanzo, vicino a Dronero. E’ stata istituita dalla Regione nel 1989. La caratteristica principale che la rende unica è quella di conservare, al proprio interno, ben 479 curiose “sculture” in pietra e dall’aspetto simile a grandi funghi la cui formazione è avvenuta nel tempo con un lento processo di erosione fluviale.

I Ciciu possono essere ammirati utilizzando il sentiero grazie al quale si attraversa l’intera area. Il camminamento, però, non era più in condizioni agevoli per i tanti visitatori che, ogni anno, lo percorrono per trascorrere alcune ore immersi nella splendida natura del luogo.

Di conseguenza, il Parco Alpi Marittime, Ente gestore della Riserva, ha chiesto l’intervento dei forestali della Regione con l’obiettivo di rimetterlo in sesto. A prestare la loro opera, nelle settimane passate, per una quindicina di giorni, sono stati sette addetti delle squadre Valle Maira 1 e Valle Maira 2, con la direzione lavori affidata a Riccardo Costa.

Cosa è stato fatto? Si è ripristinata la sede calpestabile del sentiero sconnessa in parecchi punti a causa delle piogge abbondanti o della neve. Eliminando, inoltre, le imperfezioni del tracciato dovute a pietre o radici sporgenti che potevano far inciampare le persone. In alcuni tratti, un poco più ripidi, per agevolare la salita sono stati posizionati dei tronchetti in legno trasversali al percorso e da usare come gradini. Così come, dove l’acqua piovana formava pozzanghere, i forestali hanno costruito delle canalette drenanti. Infine, si è provveduto a tagliare la folta vegetazione che copriva alcuni Ciciu in modo da renderli di nuovo visibili e sono stati collocati dei parapetti in legno nei punti ritenuti maggiormente pericolosi per il transito della persone.

Tutti gli anni - spiega Costa - effettuiamo alcuni interventi di manutenzione. Questa volta sono stati un poco più corposi. Ma si è trattato di un lavoro senza particolari problemi, seppure impegnativo, perché eseguito totalmente a mano. Per spianare in modo efficace il terreno ci siamo serviti di una motocarriola con un piccolo braccio operativo. Il materiale necessario ce l’ha fornito l’Ente Parco. Una buona forma di collaborazione fra Enti istituzionali.

L’intervento è stato finanziato con i fondi regionali destinati alla manutenzione ordinaria del settore. “Come sempre - sottolinea l’assessore regionale alle Foreste, Alberto Valmaggia - abbiamo potuto constatare la grande capacità dei nostri forestali. Quello effettuato lungo il sentiero è stato un lavoro molto importante perché mantiene in ordine e rende godibile un’area dal rilevante valore turistico e molto conosciuta e visitata per le particolari caratteristiche dei Ciciu.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium