/ Sanità

Che tempo fa

Cerca nel web

Sanità | 18 aprile 2018, 07:36

38enne di Castelletto Stura morì poche ore dopo essere stata in Pronto Soccorso, la Procura accerterà l'eventuale responsabilità dei medici

Francesca Nanni, capo della Procura di Cuneo: "Sono state stabilite le cause della morte; ai difensori dei medici che visitarono la donna è appena stata notificata la richiesta di incidente probatorio"

38enne di Castelletto Stura morì poche ore dopo essere stata in Pronto Soccorso, la Procura accerterà l'eventuale responsabilità dei medici

A distanza di oltre tre mesi dalla morte di Daria Aime, 38enne di Castelletto Stura  deceduta improvvisamente nella notte tra il 5 e il 6 gennaio scorsi, c'è il referto dell'autopsia.

La donna era andata in Pronto Soccorso con quelli che potevano sembrare dei sintomi influenzali. Mandata a casa, è purtroppo deceduta dopo qualche ora. La Procura della Repubblica aveva avviato le indagini per capire le cause della morte di questa giovane donna.

Il capo della Procura, dottoressa Francesca Nanni, ci ha confermato che sono state stabilite le cause della morte - che non riteniamo di riportare - e che ai difensori dei medici che visitarono la donna è appena stata notificata la richiesta di incidente probatorio.

Ha dichiarato: "L’eventuale responsabilità per colpa dei medici sarà valutata da un collegio peritale formato da due o più medici (dei quali uno deve essere un medico legale) che dovranno accertare l’eventuale presenza della responsabilità per una mancata effettuazione di accertamenti diagnostici urgenti quando la donna si è fatta visitare. Si dovrà pertanto verificare se, nelle condizioni in cui Daria Aime si era presentata in Pronto Soccorso, sarebbe stato doveroso procedere con ulteriori accertamenti".

redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium