/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 19 aprile 2018, 07:13

"In Italia con dieci righe si cancella una realtà che produce e crea lavoro"

Prosegue la protesta sulla decisione di chiudere cinque aree di sosta sulla autostrada Torino - Savona

"In Italia con dieci righe si cancella una realtà che produce e crea lavoro"

Ancora una volta il nostro Paese non finisce di stupirci, ma in senso negativo e difficilmente comprensibile.

Mi riferisco al “decreto ministeriale del 7.8.2015 del Ministero delle infrastrutture dei trasporti e del Ministero dello sviluppo Economico che prevede un “piano di ristrutturazione della rete delle aree di servizio” a seguito del quale un certo numero di Autogrill dell’autostrada Torino-Savona debbono chiudere entro il 31.12.2018.

Con un comunicato di dieci righe questi funzionari liquidano con vero senso di “sviluppo economico” alcune realtà che certamente non conoscono e per le quali non sentono la necessità di approfondire concretamente la conoscenza.

Sono un abituale frequentatore di Rio Colorè Ovest ed il mio vagabondare per lavoro mi ha permesso di riconoscere le eccellenze nel campo gastronomico a tutti i livelli, iniziando proprio dal panino gustato magari di fretta ma apprezzato le rare volte che ne vale la pena.

Proprio in questa oasi di eccellenza si inizia con un’accoglienza ormai rara, per continuare con un’offerta gustativa al di sopra di ogni aspettativa a dimostrazione che un “semplice” panino può essere degno del miglior Chef e non è obbligatoriamente un prodotto di massa dal gusto piatto ed indecifrabile.

La posizione del locale è piattaforma per le Langhe e con la sua qualità funge da biglietto da visita per questo nostro territorio che, con fatica e lavoro, ha raggiunto livelli di eccellenza riconosciuti in Italia ed all’estero.

Quanti stranieri, uniti alla clientela nostrana, approdano in questa isola felice!

Sarebbe molto difficile spiegar loro che “statisticamente” la distanza tra un Autogrill ed un altro è stabilita in modo ferreo da qualcuno che lavora davanti ad una carta geografica e non comprende che il nostro territorio nazionale è così variegato che necessita di elasticità di normative per esprimere al meglio le proprie peculiarità.

Il nostro Paese vive di realtà come queste che, unite tra loro, formano un formidabile tessuto economico-sociale che traina un’economia silente ma decisa che nulla chiede se non di poter esprimere le proprie qualità senza essere vessati o, peggio ancora , senza il pericolo di essere cancellati con un colpo di spugna.

L’autostrada Torino-Savona è per molti versi un’eccellenza culinaria integrata così bene in un territorio dove la cucina è un simbolo assodato.

In ultimo questo Ministero dello Sviluppo Economico ritiene che il lasciare a casa un congruo numero di addetti sia di sostegno allo sviluppo economico stesso?

Facciamo in modo che, riflettendo e magari visionando meglio le realtà sul territorio, si possa comprendere che uccidere questa magnifica imprenditoria sarebbe un vero e proprio delitto.

 

Paolo Odasso

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium