/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Libera su 3 lati: camera, sala, bagno, cucina con uscita in giardino. Terreno 13.000 mt bosco castagni e frutteto....

Jordan nato 16/04/2018 magnifico sano cucciolo sverminato ciclo vaccinale completo libretto sanitario e certificazione...

generico settore agricoltura allevamento avicolo a tempo indeterminato azienda agricola del Monferrato (AL) ricerca...

Nel borgo marinaro di Gioiosa Marea e a pochi passi dal mare, pittoresca recentemente ristrutturata. La casa, dotata...

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | venerdì 20 aprile 2018, 12:03

"A Cuneo negati i fondi per ristrutturare le scuole": i parlamentari del Carroccio insorgono nella discussione sui contributi statali ai comuni

Bergesio e Gastaldi: "Nel 2018, gli enti che hanno beneficiato del contributo sono risultati 54; scorrendo la graduatoria abbiamo potuto verificare che richieste sono state ben 178"

Foto generica

Devono essere immediatamente modificati i criteri di assegnazione dei contributi ai Comuni previsti per i prossimi due anni da destinare a interventi per la  messa in sicurezza degli edifici e del territorio. Chiediamo che a ricevere gli stanziamenti siano solo i comuni virtuosi e che venga valutata l’urgenza dei progetti. Scorrendo la graduatoria i Comuni risultati vincitori sono tutti in dissesto. Esemplare è il caso di Monteforte Irpino in provincia di Avellino con un disavanzo di oltre 11 milioni di euro con un rapporto sulle entrate di -190,59%. Qui sono stati assegnati  5,2 milioni: il massimo consentito dalla norma. Le richieste in provincia di Cuneo sono state circa 180 e nessuna di queste ha ottenuto il finanziamento. Parliamo ad esempio di molti istituti scolastici con migliaia di studenti attualmente in pessime condizioni.

Così i parlamentari Cuneesi della Lega Giorgio Bergesio e Flavio Gastaldi firmatari dell’interrogazione presentata al Ministro dell’economia e firmata da tutti gli esponenti della Lega alla Camera e al Senato che denuncia l’iniquità di trattamento.

La questione che era già stata sollevata dalla Lega durante l’esame della legge di bilancio, l’interrogazione chiede anche l'inserimento di criteri di virtuosità nell'assegnazione dei contributi.

Parliamo di 150 milioni di euro per l'anno 2018, 300 milioni di euro per il 2019 e 400 milioni  per  il 2020 – spiegano i firmatari cuneesi Bergesio al Senato e Gastaldi alla Camera dei Deputati - ora il Ministero ha già provveduto al pagamento del primo acconto. Le richieste al 20 febbraio scorso ammontano a circa 7,2 miliardi di euro, distribuite su 10.200 interventi. Di questi, sulla base dei criteri previsti, 5.904 sono risultati ammissibili per un valore complessivo di 3,9 miliardi di euro. Nel 2018, gli enti che hanno beneficiato del contributo sono risultati soltanto 54 per un totale di 146 progetti di investimenti. Scorrendo la graduatoria abbiamo potuto verificare che per quanto riguarda la Provincia Granda le richieste sono state ben 178 e come risultato finale negati i fondi con nessuna assegnazione!"

"Pretendiamo sia utilizzato il buonsenso, basta con gli sprechi – concludono i Parlamentari Cuneesi - i contributi devono andare a chi è in grado di amministrarli ed anche ai comuni che hanno opere pubbliche urgenti o istituti scolastici che devono essere messi in sicurezza in modo tale che possono essere fruibili dagli studenti!"

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore