/ Attualità

Attualità | 20 aprile 2018, 15:26

Narzole, impianti sportivi pericolosi: il sindaco Gregorio emana un'ordinanza per chiuderli

"Per me è un dovere civico e morale di chi rappresenta lo Stato e deve farsi garante nel mantenere alti margini di sicurezza nei luoghi pubblici e, che in virtù del mandato che mi è stato affidato, non è possibile derogare", ha detto il primo cittadino

Foto dalla pagina Facebook della Benarzole

Foto dalla pagina Facebook della Benarzole

​È stata emessa in data odierna l’ordinanza di chiusura degli impianti sportivi comunali di località Bricco dal sindaco di Narzole, Federico Gregorio.

L’atto sindacale è stato preceduto da un lungo iter procedimentale, composto da molteplici sopralluoghi e perizie tecniche commissionate dal Comune di Narzole a partire dal 2015 e fino alle più recenti, depositate all'ufficio tecnico comunale, con il preciso intento di verificare la conformità degli impianti sportivi narzolesi alla normativa vigente e agli standard minimi di sicurezza.

La relazione tecnica finale del 9 aprile scorso evidenzia reali rischi e un’oggettiva pericolosità degli impianti sia per il pubblico, sia per i praticanti che per i gestori.

“È stata una decisione sofferta - commenta il primo cittadino Federico Gregorio - poiché sappiamo che l'attività sportiva è una risorsa importante per una piccola comunità come la nostra, che investe molto sui ragazzi e sui giovani talenti. Con gli amministratori, i vari uffici comunali e l'ingegner Saracco di Alba, a cui è stato affidato l'incarico peritale sugli impianti sportivi, si è lavorato molto in questi mesi per intervenire su alcune migliorie fino alla scelta inevitabile di oggi, cioè quella di adottare un provvedimento che può risultare per alcuni impopolare, per altri un atto che si attendeva da tempo; per me, invece, è un dovere civico e morale di chi rappresenta lo Stato e deve farsi garante nel mantenere alti margini di sicurezza nei luoghi pubblici e, che in virtù del mandato che mi è stato affidato, non è possibile derogare. Quando mi è stato chiesto: “Dopo aver letto la perizia tecnica sui campi sportivi, manderesti tuo figlio a giocare in quegli impianti?”.

Lascio alla persona attenta immaginare la mia risposta. Questa stessa domanda la rivolgerò a chi, nelle prossime settimane, verrà nel mio ufficio in Comune a fare rimostranze o, semplicemente, ad infuocare sterili e inutili polemiche sui social tra i buoni e i cattivi della situazione: la mia porta sarà aperta come sempre a tutti i cittadini che sulla scrivania potranno consultare una cospicua documentazione fotografica la quale evidenzia impietose fotografie che documentano la reale ed attuale condizione dei campi sportivi comunali e la consulenza tecnica che ne denuncia la non conformità alla normativa vigente”.

Contestualmente all’ordinanza di chiusura degli impianti sportivi narzolesi, gli Amministratori stanno valutando in sinergia con l'attuale gestore, la ASD Benarzole 2012, soluzioni alternative per far fronte agli impegni e alle attività sportive calendarizzate fino al mese di giugno.

redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium