/ Economia

Che tempo fa

Cerca nel web

Economia | 20 aprile 2018, 13:10

23mila apprendistati attivati in Piemonte nel 2017: in Camera di commercio a Cuneo si parla di giovani e lavoro (VIDEO)

“Abbinare alla cultura l'esperienza – ha dichiarato il presidente Unioncamere Piemonte Ferruccio Dardanello -. Sapere e saper fare è un binomio imprescindibile per creare le condizioni per dare occupazione e speranza ai i nostri giovani”

23mila apprendistati attivati in Piemonte nel 2017: in Camera di commercio a Cuneo si parla di giovani e lavoro (VIDEO)

In Piemonte nel 2017 sono stati attivati circa 23mila contratti di apprendistato, +22% rispetto al 2016, anche se siamo ancora molto lontani dai livelli di altri paesi Europei.

Dati emersi con questa mattina in Camera di commercio nella tappa cuneese del Road Show “L’apprendistato in Piemonte” - Progetto Alp-Tis e l’Alternanza Day.

“Abbinare alla cultura l'esperienza – ha dichiarato il presidente Unioncamere Piemonte Ferruccio Dardanello -. Sapere e saper fare è un binomio imprescindibile per creare le condizioni per dare occupazione e speranza ai i nostri giovani”.

A docenti, imprese e studenti è stato presentato il progetto biennale Alpprentissage (Alp-Tis), che vede come soggetti promotori il Sistema Camerale piemontese e la Camera Regionale dell’Auvergne-Rhones-Alpes e mira ad aumentare la conoscenza e la diffusione dell’apprendistato attraverso una più capillare e sistematica informazione alle imprese sulle caratteristiche e i benefici fiscali di tale strumento.

“Il progetto è finanziato dalla commissione europea – spiega Roberto Strocco, responsabile Area progetti di Unioncamere Piemonte –. Per l'impresa è conveniente assumere un apprendista: sia dal punto di vista finanziario che per avere forze fresche, nuove, dinamiche e digitali. E poi è conveniente per i ragazzi e per combattere il tasso di disoccupazione”.

L’Alternanza scuola-lavoro, invece, rappresenta ormai una esperienza che coinvolge stabilmente i ragazzi delle scuole medie superiori fin dal III anno, nella quale le Camere di commercio rivestono un ruolo fondamentale non solo per la tenuta del Registro dell’Alternanza (Rasl), ma anche per la diffusione di informazioni e iniziative a sostegno di questa attività.


Cristina Mazzariello

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium