/ Attualità

Attualità | 23 aprile 2018, 19:03

La Fondazione CRC approva il bilancio: 27 milioni per l’attività istituzionale

Tra questi 1,9 milioni al Fondo di stabilizzazione che sale a 46 milioni. Il presidente Genta: "E' stato un anno molto positivo". Mirella Marenco è il nuovo Consigliere Generale

Mirella Marenco

Mirella Marenco

 “Una grande attenzione agli investimenti e alla loro diversificazione. E' stata questa la strategia vincente che ha dato i suoi frutti, portando a questi ottimi risultati positivi".

Con queste parole Giandomenico Genta, presidente della Fodazione CRC, commenta l'approvazione di bilancio, avvenuta nel tardo pomeriggio di oggi, lunedì 23 aprile.

E prosegue: "La Fondazione CRC ha chiuso un bilancio 2017 davvero positivo, con un avanzo migliorato del 28% rispetto all’anno scorso: questo ci permette di superare sensibilmente la quota erogativa di 22 milioni di euro, prevista dal documento programmatico 2018 e contemporaneamente di incrementare il Fondo di stabilizzazione delle erogazioni, ora a quota 46 milioni di euro".

 

Patrimonio netto a quota 1,3 miliardi di euro, totale investimenti a valore di mercato a oltre 1,5 miliardi di euro, avanzo d’esercizio 2017 di43,3 milioni di euro (in crescita rispetto al 2016, quando era a 33,9milioni), 27 milioni di euro destinati all’attività istituzionale 2018: questi i dati salienti del Bilancio 2017che il Consiglio Generale della Fondazione CRC ha approvato all’unanimità nella seduta di questo pomeriggio. Dei 27 milioni destinati all’attività istituzionale, 24,3 andranno alle erogazioni sul territorio, 750 mila a Fondazione con il Sud e 1, 9 milioni al Fondo di stabilizzazione delle erogazioni, che raggiunge così quota 46 milioni di euro (in crescita rispetto al 2016).

Nel corso del 2017 la Fondazione, all’interno delle svalutazionidi strumenti finanziari immobilizzati e non immobilizzati, si è fatta carico della svalutazione del Fondo Atlante, per una quota complessiva di 16milioni di euro, senza la necessità di usufruire delle possibilità di dilazione pluriennaliofferte. Operazionepossibile anche grazie a plusvalenze straordinarie raccolte in particolare dalla chiusura del primo fondo F2 e dall’apporto in Equiter spa di alcuni fondi

Sul fronte dei costi, sono diminuiti quelli relativi agli organi, inaumento quelli del personalea causa dell’accantonamento effettuato per favorire alcuni esodi. Le imposte hanno pesato per 7,1 milioni di euro nel 2017(erano 4,9 milioni nel 2016).

Il Bilancio 2017 della Fondazione CRC sarà disponibile da domani sul sito www.fondazionecrc.it.

Durante la seduta odierna, il Consiglio Generale ha inoltre nominato il nuovo Consigliere Generale che sarà in carica fino ad aprile 2020, in sostituzione di Elda Fulcheri, dimessasi nelle scorse settimane. Si tratta di Mirella Marenco, imprenditrice di Dogliani, designata da Confartigianato Provincia di Cuneo.

"Numeri che ci confortano e confermano lo stato di piena salute e vitalità della Fondazione”, ha commentato il Presidente della Fondazione CRC, Giandomenico Genta.

“Nel ricordare il significativo contributo offertodalla consigliera Elda Fulcheri nei due annipassati nel nostro Consiglio Generale, faccio i migliori auguri, a nome di tutta la Fondazione,a Mirella Marenco, che da oggi porterà il proprio contributo di conoscenza ed esperienza all’internodella nostra Istituzione”.

 

 

 

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium