/ Attualità

Attualità | martedì 24 aprile 2018, 14:51

Grande Festa della Costituzione a Saluzzo e dintorni

Scendono in piazza gli studenti per i 70 anni della Costituzione

Quest'anno la nostra Costituzione compie settant'anni.

Gli studenti scenderanno in piazza per farla vivere e feteggiarla con suoni, parole, musiche e balli.

Ore 16,30: Istituto Denina Pellico e ITIS Verzuolo – Castiglia

Ore 17,15: Scuola Media Saluzzo – Antico Palazzo Comunale

Ore 18,00: Scuola Media Racconigi – Municipio

Ore 18,30: Liceo Bodoni – Piazza Vineis

Ore 19,15: Liceo Soleri Bertoni – Teatro Magda Olivero

Ore 20,00: Rinfresco a cura dello Cnos-Fap di Saluzzo

L'Associazione Giorgio Biandrata insieme al Comune di Saluzzo e tutte le Scuole Saluzzesi, l'ITIS di Verzuolo e la Scuola Media di Racconigi, con altre Associazioni e Enti non hanno voluto lasciare passare questo anniversario invano.

Ci siamo seduti intorno al tavolo una volta al mese a partire da dicembre non solo per discutere di Costituzione ma anche per trovare il modo di comunicare alla città questo lavoro di conoscenza e di farla vivere. Così abbiamo scoperto che la nostra Costituzione non solo non è superata ma è sempre davanti a noi, molto più avanti di noi. Se solo alcuni dei suoi Principi Fondamentali fossero stati attuati pienamente l'Italia sarebbe un Paese più giusto ed eguale.

Ma gli studenti con i loro docenti, sabato 28 aprile a partire dalle ore 16,30, faranno di più, i vari Istituti avranno a disposizione una tempo e un luogo significativo della città per manifestare in modi diversi quello che hanno pensato e come hanno vissuto alcuni dei Dodici Principi Fondamentali della nostra Carta Costituzionale.

L'invito, rivolto a tutti i cittadini, è quello di seguire i vari appuntamenti segnalati sui dépliant, di apprezzare l'impegno di questi ragazzi e il loro tentativo di andare contro corrente e di ribadire con forza i valori che la società di oggi, nella quale crescono i muri e le barriere- aumenta la disuguaglianza sociale- al bene comune si antepone quello privato e il lavoro non è riconosciuto come diritto e strumento di dignità, sembra avere dimenticato.

Alle ore 21,00, dopo il buffet delle 20,00 preparato dagli studenti dello Cnos-Fap,

ci sarà lo spettacolo teatrale “Figlia di tre madri” riguardante la vita e la passione politica delle tre madri costituenti piemontesi: Teresa Noce, Rita Montagnana e Angiola Minella.

In scena l'attrice Elena Ruzza accompagnata al contrabbasso da Bianca De Paolis, regia di Gabriella Bordin.

Introduzione di Marcella Filippa, Direttrice della Fondazione Vera Nocentini di Torino, partner del Polo del '900, e di Marcella Risso, Associazione Giorgio Biandrata.

Ingresso Libero

Alessandro Capellaro, presidente Associazione Giorgio Biandrata

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore