/ Attualità

Attualità | 25 aprile 2018, 12:31

Il Parco del Monviso continua a lavorare per il MONBIO con una giornata a scuola di... biodistretti

I rappresentanti del Parco e quelli della scuola "Malva Arnaldi" di Bibiana hanno raggiunto il biodistretto ligure della Val di Vara nella giornata di venerdì 20 aprile

Il Parco del Monviso continua a lavorare per il MONBIO con una giornata a scuola di... biodistretti

Nella giornata di venerdì 20 aprile, il Parco del Monviso, in collaborazione con Scuola Malva Arnaldi di Bibiana, ha organizzato una visita del biodistretto ligure della Val di Vara, una delle realtà più interessanti nel contesto dell’agricoltura biologica a livello nazionale.

L’iniziativa rientra nelle azioni volte ad avviare il progetto MONBIO, un biodistretto per i territori del Monviso (Valle Po, Val Varaita, Valle Bronda, Infernotto, Val Pellice e Saluzzese). La visita a un biodistretto già avviato da tempo e che ha fatto scuola per altri biodistretti italiani, voleva offrire, a tutti i potenziali attori di MONBIO, un momento formativo importante per acquisire gli strumenti e i metodi per la creazione e la gestione di un biodistretto.

Molte le realtà rappresentate dai 28 partecipanti tra cui: aziende agricole biologiche, amministrazioni pubbliche, tecnici agricoli ed enti di promozione locale. Il programma della giornata ha previsto un primo momento di accoglienza e di presentazione del Biodistretto della Val di Vara presso la sala consiliare del Comune di Varese Ligure e la visita di due aziende operanti sul territorio: Cooperativa Casearia Val di Vara e la Cooperativa San Pietro Vara (allevamento biologico bovini).

Tutte occasioni importanti e di grande interesse per i partecipanti che hanno potuto raccogliere utili stimoli direttamente dalla voce di amministratori e agricoltori locali che, sebbene provenienti da una realtà molto diversa da quella dei nostri territori, hanno raccontato con passione le ragioni storiche della loro “scelta Bio” e illustrato le prospettive presenti e future della loro realtà.

Il presidente del Parco del Monviso, Gianfranco Marengo, a seguito della visita presso le aziende della valle ha sottolineato l’importanza di simili realtà locali, che con la scelta di convertirsi alle produzioni biologiche, sono state in grado di creare e mantenere 20 posti di lavoro (considerando le sole cooperative casearia e San Pietro Vara) in un territorio che conta poco più di 6500 abitanti e che fino a metà degli anni ’90 sembrava andare incontro ad un inarrestabile spopolamento e al conseguente declino economico, sociale e produttivo.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium