/ Solidarietà

Spazio Annunci della tua città

Affittasi trilocale 4/6 posti letto in Residence Blue Marine. Uso degli impianti sportivi piscina tennis bocce palestra...

Km reali iscritta ASI con CRS (possibilita` di pagare meno di assicurazione e dal 2020 tariffa ridotta anche sul bollo)...

(IM) vicinissimo piazza del mercato ampio monolocale mq 35 luminoso con parete mobile per separare zona cucina/notte,...

Marca Orsi 1.22 ottime condizioni telefonare ore pasti

Che tempo fa

Cerca nel web

Solidarietà | lunedì 14 maggio 2018, 10:18

"Chiedi un favore e passa il favore": al Quartiere Donatello di Cuneo arriva il portiere solidale

Un progetto che funziona già in alcune città d'Europa. L'obiettivo è di costruire relazioni tra chi vive nella stessa zona, in uno scambio di tempo e di competenze

La casa del Quartiere Donatello

Hai una sedia rotta o devi sostituire la cerniera ad un pantalone ma non sai come fare? A partire da venerdì, se abiti nel Quartiere Donatello di Cuneo, potrai trovare una risposta e soprattutto una soluzione. Come? Rivolgendoti al portiere solidale, che sarà alla Casa del Quartiere il martedì dalle 11.00 alle 13.00, il mercoledì con orario 15.00 – 17.00 e il giovedì dalle 17 alle 19.

Il progetto Portineria 27 verrà presentato agli abitanti della zona il prossimo venerdì 18 maggio alle 18. 

La Casa del Quartiere Donatello è un laboratorio permanente di cittadinanza attiva, non nuovo ad iniziative originali e di integrazione. PORTINERIA 27, uno sportello presidiato dal portiere solidale, ha il compito di riconnettere i vicini di casa scambiandosi favori e aiuti per risolvere i piccoli “problemi” quotidiani. Il fenomeno delle portinerie di quartiere si sta diffondendo in tutta Europa come occasione di scambio e supporto tra vicini.

Il più famoso è nato a Parigi e si chiama “Lulu dans ma rue” ed oggi è presente in 9 circoscrizioni della città, ma anche in Italia stanno nascendo queste forme di collaborazione organizzata tra vicini di casa.

Su questa scia la Compagnia di San Paolo ha promosso lo scorso anno un bando chiamato Abitare una casa, vivere un luogo inserito nel programma Housing; grazie a questo la Cooperativa sociale Momo, insieme al Comitato di Quartiere, l'associazione Mente in Pace, il centro di salute mentale dell'ASLcn1, l'ACLI provinciale, i co-inquilini della CQD, hanno pensato di proporre il portiere solidare di quartiere per dare la possibilità ai residenti di mettersi in connessione con i vicini di casa ed invitarli ad aiutarsi ognuno per quello che sa fare.

“Nei mesi scorsi abbiamo incontrato gli abitanti delle case limitrofe”, dice l'educatore sociale della casa del quartiere Daniele Costamagna, “da queste assemblee straordinarie di condominio alcune persone si sono date disponibili a dare una mano a costruire il portierato solidale, portando idee e competenze. Grazie a questi primi incontri si sono già realizzati alcuni momenti conviviali per sensibilizzare gli abitanti al tema dei rapporti di vicinato”.

Nei prossimi giorni gli abitanti del quartiere riceveranno un libretto illustrato che racconterà le vicende di Nello il portiere del Donatello: “Questa è una storia in cui ognuno sa fare qualcosa, una storia in cui ognuno ha bisogno degli altri.
La cosa bella di questa storia è che chiunque può entrare a farne parte... per diventare protagonisti è sufficiente saper fare qualcosa come accudire le piante, fare la babysitter, oppure occuparsi degli animali di casa, eseguire piccoli lavori
di manutenzione, o ancora fare lavori di sartoria, aiutare a risolvere problemi con strumenti tecnologici, ma anche cucinare, pulire, aiutare a spostare o montare
mobili, aggiustare biciclette, portare la spesa, accompagnare i bambini a scuola, contribuire a curare i beni della collettività...”

Poche domande, come ci spiega al telefono ancora Daniele Costamagna. Di quale favore hai bisogno? E cosa potresti fare per gli altri? Un modo originale - e utile - per creare relazioni tra vicini di casa. Una sorta di evoluzione della Banca del Tempo, dove oltre al tempo si donano competenze.

Come funziona? E' semplice:
1 - contatta il portiere del quartiere
(0171 697 649 / lacasadelquartiere.cuneo@gmail.com)
2 - chiedi un favore per te
3 - racconta quale favore puoi fare agli altri
4 - passa il favore

 

 

Barbara Simonelli

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore