/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | mercoledì 16 maggio 2018, 13:44

Saluzzo, al giornalista Ezio Mauro il premio Bella Ciao 2018

Il conferimento domani giovedì 17 maggio all’antico palazzo da parte dell’ Associazione “Bella Ciao”. La serata dal titolo “Dalla Rivoluzione di Ottobre al caso Moro” vedrà protagonista Ezio Mauro , editorialista e prima direttore di La Repubblica autori di saggi sulla rivoluzione sovietica e sull’omicidio del presidente della Democrazia Cristiana

Ezio Mauro

A Ezio Mauro, giornalista e scrittore, prima direttore e ora editorialista del quotidiano La Repubblica, il Premio 2018 dell’associazione culturale “Bella Ciao”.

La consegna domani, giovedì 17 maggio, alle 21 all’Antico palazzo comunale nella serata dal titolo “Dalla Rivoluzione di Ottobre al caso Moro: indagare la storia per comprendere la politica” che vedrà protagonista Ezio Mauro, autore dei reportage “L’anno del ferro e del fuoco. Cronache di una rivoluzione”, scritto nel 2017 in concomitanza con il centenario della rivoluzione sovietica e “Cronache di un sequestro”, lavoro recentissimo dedicato al rapimento e poi all’assassinio di Aldo Moro, presidente della Democrazia Cristiana.

Conduce la serata il giornalista Rai Alberto Gedda

“Il conferimento  è il riconoscimento a un grande giornalista e scrittore – afferma  Roberto Pignatta nella doppia veste di presidente dell’associazione "Bella Ciao" e di assessore  della cultura del Comune di Saluzzo - capace di indagare in profondità e con rigore due grandi eventi, quali il “tramonto degli zar e il divampare della rivoluzione di Lenin” e i 55 giorni della tragedia di Aldo Moro, una lacerante ferita alla vita politica del nostro paese, non ancora rimarginata".

Ezio Mauro, di origine dronerese, ha iniziato la sua attività di giornalista nella Gazzetta del Popolo nel 1972. E’ quindi passato a La Stampa, prima come inviato di politica interna e quindi come corrispondente dall’estero, in particolare dagli USA. Dal 1988 è stato corrispondete dall’Unione Sovietica per il quotidiano La Repubblica. E’ stato direttore del quotidiano La Stampa dal 1992 al 1996 e direttore del quotidiano la Repubblica dal 1996 al 14 gennaio2016, di cui attualmente editorialista. 

L’ Associazione Bella Ciao nata nel febbraio 2002, con il nome originario “Amici di Walter Botto”  ha  assegnato negli anni il premio  a Giorgio Diritti, Aldo Cazzullo, Francesco Guccini, Yo Yo mundi, Giuliano Montaldo, Assemblea Teatro, Giovanni De Luna e, l’anno scorso, ai genitori di Giulio Regeni.

vilma brignone

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore