/ Viabilità

Spazio Annunci della tua città

Libera su 3 lati: camera, sala, bagno, cucina con uscita in giardino. Terreno 13.000 mt bosco castagni e frutteto....

Jordan nato 16/04/2018 magnifico sano cucciolo sverminato ciclo vaccinale completo libretto sanitario e certificazione...

generico settore agricoltura allevamento avicolo a tempo indeterminato azienda agricola del Monferrato (AL) ricerca...

Nel borgo marinaro di Gioiosa Marea e a pochi passi dal mare, pittoresca recentemente ristrutturata. La casa, dotata...

Che tempo fa

Cerca nel web

Viabilità | mercoledì 16 maggio 2018, 19:53

Tangenziale di Fossano: al via tre cantieri entro l'estate, termine dei lavori per la metà del 2019

Anas ha confermato gli 8.5 milioni di euro: 1.1 milioni di euro per la ricostruzione dello svincolo che verrà realizzato in acciaio; 1.1 milioni di euro per le sigillature con resine; 6.3 milioni di euro per la manutenzione straordinaria di tutta la struttura e delle carreggiate

Martedì 15 maggio, presso la Direzione di Roma, il sindaco Davide Sordella e l'assessore Francesco Balocco hanno incontrato il presidente nazionale di ANAS Ing. Vittorio Armani e i vertici nazionali dell'Ente.

Durante la riunione sono state espresse tutte le legittime domande e perplessità del territorio sugli interventi e sulle tempistiche legate alla fruibilità della tangenziale di Fossano, ribadendo come sia fondamentale la riapertura completa anche al traffico pesante.

"Confermiamo innanzitutto la disponibilità di ANAS ad essere presente al Consiglio Comunale aperto a Fossano per incontrare i rappresentanti del territorio e fornire in modo diretto le informazioni richieste.

Abbiamo ricevuto una serie di risposte che intendiamo condividere con i cittadini: SICUREZZA: Sicurezza attuale della struttura: ANAS ha verificato tutte le campate e eseguito le prove di carico sulla intera struttura con risultati ritenuti accettabili, che ne hanno permesso la riapertura in sicurezza sia per chi vi transita sopra che per chi viaggia al di sotto dei cavalcavia, anche se come sappiamo si tratta soltanto di una apertura parziale. La chiusura al traffico pesante è stata decisa in via precauzionale per scongiurare possibili conseguenze dovute alle vibrazioni e non per motivi legati al peso dei mezzi in transito. I tecnici sono dell'opinione che siano necessari alcuni lavori di consolidamento prima di una riapertura completa. Abbiamo richiesto ed ottenuto di installare telecamere/varchi per monitorare gli accessi non autorizzati e gli usi impropri da parte degli utenti.

RIMOZIONE: Quanto rimasto delle macerie è ancora sotto sequestro sull’area retrostante il cimitero cittadino. Il responsabile regionale di ANAS, su sollecito dell'Amministrazione comunale, ha scritto alla Procura di Cuneo in data 10 maggio 2018 chiedendo indicazioni sui tempi necessari al dissequestro dell’area in modo da poter procedere alla rimozione e ripristino dei luoghi.

RIAPERTURA: Rispetto alle ultime informazioni c’è stata un’accelerazione nella procedura per i lavori finalizzati alla riapertura della tangenziale. Sono stati confermati gli 8.5 milioni di euro già stanziati e così suddivisi: 1.1 milioni di euro per la ricostruzione dello svincolo che verrà realizzato in acciaio; 1.1 milioni di euro per le sigillature con resine; 6.3 milioni di euro per la manutenzione straordinaria di tutta la struttura e delle carreggiate.

Tempi previsti: la progettazione esecutiva è già stata conclusa, mentre l'affidamento è attualmente in corso. Tutti e tre i cantieri dovrebbero quindi partire entro 3/4 mesi e cioè entro l’estate, per concludersi al massimo entro la primavera del 2019.

Ulteriori interventi di consolidamento sono previsti all’interno di un progetto esecutivo che sarà definito entro i prossimi 3 mesi e per la realizzazione del quale è previsto un ulteriore stanziamento. Questi interventi sono propedeutici alla riapertura di entrambe le carreggiate. Per quanto riguarda il traffico pesante, terminati i lavori, saranno eseguite nuove prove di carico i cui risultati saranno valutati in funzione della completa apertura del tratto di strada in oggetto. Abbiamo sottolineato come questa componente sia fondamentale per la funzionalità della struttura. Questa è la situazione ad oggi e quanto si è riuscito ad ottenere. Continueremo a monitorare la situazione, a sollecitare tutti gli organi competenti per conseguire, nelle nostre possibilità, risultati concreti per la nostra comunità aldilà dei colori politici o degli opportunismi elettorali. Grazie all’assessore regionale Balocco per aver reso possibile l’incontro a Roma e per il suo costante supporto".

redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore