/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | giovedì 17 maggio 2018, 19:00

Un progetto per proteggere i paesaggi Unesco

L'iniziativa prenderà il via il 20 maggio con una vasta operazione di pulizia lungo le principali strade di Langhe e Roero

Il gruppo dei partecipanti all'incontro

Il gruppo dei partecipanti all'incontro

Un grande progetto corale e condiviso per migliorare l'aspetto del territorio e per diffondere la cultura della tutela dell'ambiente e del paesaggio. È questo il significato dell'azione congiunta di Associazione Commercianti Albesi, Consorzio Turistico Langhe Monferrato Roero, Ente Turismo Alba Bra Langhe Roero, con il supporto dell'Associazione per il Patrimonio dei Paesaggi Vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato, della Regione Piemonte Assessorato al Turismo, della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, di Ascom Bra e con l'ausilio dei partner tecnici: Protezione Civile della provincia di Cuneo, Cooperativa E.R.I.C.A., Publiproget e Coabser.

L'iniziativa prenderà avvio domenica 20 maggio prossimo attraverso una vasta operazione di pulizia lungo le principali direttrici di Langhe e Roero. Quando migliaia di viaggiatori accedono all'area dei Paesaggi Vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato, è doveroso accoglierli con l'abito migliore. A questo hanno pensato gli ideatori del progetto che, a mano a mano, è cresciuto nei suoi contenuti, incontrando il consenso dei vari soggetti coinvolti e dei sindaci, innescando nel concreto quel principio di sussidiarietà che vede l'integrazione e la compensazione delle azioni da parte degli attori di un territorio, rivolte a conseguire risultati utili alla collettività.              

L'intervento di pulizia – programmato a partire da domenica 20 maggio - vedrà circa 400 volontari della Protezione Civile impegnati in una imponente esercitazione mirata a liberare le banchine stradali dai rifiuti. La finalità è garantire la sicurezza delle strade, in quanto la pulizia dei fossi è essenziale ad assicurarne la manutenzione e ad evitare situazioni di pericolo in corrispondenza di condizioni atmosferiche avverse. Le arterie coinvolte sono in primis le tratte comprese nel tracciato del Giro d'Italia, ma nell'agenda di questa prima azione e delle successive, saranno interessate prioritariamente la ex statale 29 Torino-Savona nel tratto compreso tra Montà d'Alba e Cortemilia, la ss231 Govone-Alba-Bra, la sp7 tra Cantina Roddi-Pollenzo-Cherasco, nonché le strade afferenti.              

L'iniziativa non è rivolta soltanto ai visitatori, bensì mira a diffondere una cultura del rispetto del territorio da parte di tutti, fin dalla più tenera età, perché nella cittadinanza cresca la consapevolezza di quanto un ambiente pulito e accogliente sia in grado di migliorare la qualità della vita. Per questa ragione, nell'arco dell'anno, saranno organizzati momenti di sensibilizzazione accompagnati da vere e proprie giornate di pulizia, che coinvolgeranno associazioni territoriali sportive e di volontariato, scuole, comuni.              

A tal fine, sono già programmate riunioni organizzative e formative a cura di Erica. Il prossimo giovedì 24 maggio (ore 17.00) presso l'Associazione Commercianti Albesi è previsto un incontro tecnico rivolto a sindaci, tecnici comunali e vigili urbani nel quale si illustreranno i dettagli della campagna “Visita, Ama, Rispetta.”, nonché la normativa vigente in tema di contrasto al littering e alla possibilità di elevare sanzioni a chi abbandona rifiuti sul territorio.              

Lunedì 11 giugno (ore 21.00), sempre presso A.C.A., è previsto un momento di confronto con le associazioni sportive e turistiche per la sensibilizzazione sul tema del littering durante le manifestazioni sul territorio.              

Mercoledì 13 giugno (ore 16.00) stessa sede per un incontro di concertazione con dirigenti scolastici e insegnanti per l'inserimento nei P.O.F. (piani di offerta formativa) della campagna “Visita, Ama, Rispetta.”

Con la ripresa delle lezioni in settembre verranno infatti calendarizzate 12 azioni di pulizia coordinate con Comuni e Scuole del territorio, indicativamente ad Alba, Bra, La Morra, Diano d'Alba, Dogliani, Cortemilia, S. Stefano Belbo, Neive, Ceresole d'Alba, Canale, Govone, Vezza d'Alba.              

Inoltre, prossimamente, verrà realizzata una idonea cartellonistica da collocare lungo le strade per la disincentivazione al littering e la divulgazione dei principi del progetto. Una campagna vasta ed articolata, per dare al nostro territorio un decoro consono alla sua notorietà e coltivare tra le generazioni il germe sano del rispetto nei confronti di un patrimonio che appartiene a tutti.                            

DICONO DEL PROGETTO

“Abbiamo creduto opportuno intraprendere questa iniziativa perchè il nostro paesaggio lo merita, non soltanto perché l'Unesco lo ha riconosciuto Patrimonio dell'Umanità, ma perché esso dimostra di voler crescere sotto molteplici aspetti, non ultimo quello culturale - afferma il presidente A.C.A. Giuliano Viglione -. Da sempre l'Associazione Commercianti Albesi privilegia le tematiche che riguardano la valorizzazione del territorio: dunque, trasmettere i concetti della conservazione, del rispetto e dell'ordine dapprima per mezzo di azioni pratiche ed esemplari e poi attraverso momenti di informazione, condivisione ed insegnamento costituisce una domanda alla quale, insieme ai partner del progetto, ci siamo sentiti in dovere di rispondere”.              

“La qualità dell'accoglienza turistica che contraddistingue il nostro territorio non può fare a meno di un contesto adeguato – dichiara Elisabetta Grasso, direttore del Consorzio Turistico Langhe Monferrato Roero -. Per questa ragione abbiamo voluto non solo agire concretamente per migliorare il decoro di un  paesaggio che attrae migliaia di turisti, ma anche avviare un percorso culturale, che inneschi le coscienze civiche nei confronti di temi come il rispetto dell'ambiente, la pulizia, l'educazione e infine la creazione di quel sentire comune e dell'orgoglio di appartenenza che - di per sé - garantiscono e tutelano i luoghi nei quali si vive e si lavora”.              

"La valorizzazione e il recupero del paesaggio rappresentano una grande sfida per il futuro e per lo sviluppo del nostro territorio, nonché uno degli assi strategici su cui, come ente regionale, siamo particolarmente impegnati - dichiara Antonella Parigi, assessore alla Cultura e al Turismo della Regione Piemonte -. Un lavoro importante che in queste aree, Patrimonio Unesco, assume un valore ancora più significativo. Per questo motivo il progetto 'Visita, ama, rispetta.' risulta di grande valore, per la sua capacità di sollecitare all'azione chi vive sul territorio, come abbiamo peraltro fatto con il progetto regionale 'IoAgisco!', e ponendo il paesaggio quale importante elemento tanto per il turismo quanto per l'identità culturale di questi luoghi".              

”Non possiamo che esprimere gratitudine alla disponibilità dei numerosi volontari che si adopereranno per far sì che il territorio di Langhe e Roero, conosciuto nel mondo come meta turistica di grande appeal, accolga i visitatori con il giusto decoro che merita una realtà Patrimonio dell'Umanità – afferma Luigi Barbero, presidente dell'Ente Turismo Alba Bra Langhe Roero –. Si tratta di un'ulteriore conferma di grande attenzione posta su questo gioiello, rappresentato da colline ambite e sempre più ricercate, che diventa esempio virtuoso per la crescita della responsabilità sul bene comune, specialmente per i giovani, quale buona pratica su cui sviluppare il proprio senso civico”.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore